Il computer del Miur cancellò domande per concorso 2016. Ecco cosa è accaduto

436

perfezionamentiMolti docenti ne sono stati vittime: la cancellazione della domanda online inoltrata per partecipare al concorsone 2016. Una falla del sistema informatico del Miur che ha creato danni irreparabili, almeno fino alla sentenza del Tar di Roma che ha condannato il Miur e il suo cervellone elettronico.

Una situazione ai limiti dell´incredibile,  censurata dal Tar che ha accolto il ricorso di una docente che aveva partecipato al bando per il “Concorso per titoli ed esami finalizzato al reclutamento del personale docente per posti comuni dell´organico dell´autonomia della scuola di primo e secondo grado”. Nello stesso si stabiliva che erano ammessi a partecipare solo coloro che  avessero presentato  la domanda di partecipazione alla procedura concorsuale, attraverso istanza POLIS. Cosa che l’insegnante fece diligentemente, inviando domanda di partecipazione nei termini previsti dal Bando e ricevendo comunicazione di regolare inoltro e convalida da parte del sistema informativo del MIUR.

Ma ecco la sorpresa ! Comunicate le date delle prove scritte, la ricorrente si accorgeva di essere stata esclusa dall´elenco dei candidati ammessi e, a seguito dei chiarimenti richiesti, apprendeva che, avendo operato talune modifiche sulla domanda di partecipazione inoltrata on line, il sistema informativo aveva proceduto a “cancellare” la domanda in automatico, senza che della stessa restasse alcuna traccia 
Secondo il TAR, la “cancellazione” informatica di una domanda di partecipazione al concorso costituisce comportamento antigiuridico con conseguente obbligo dell´amministrazione di predisporre prove suppletive al fine della partecipazione di parte ricorrente all´iter concorsuale in itinere”.
In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti