Scuola, Davide Faraone ai saluti: ‘Un po’ di cuore lo lascio al Miur, è stato bello’

441
promo certificazione informaticaL’onorevole Davide Faraone saluta il Ministero dell’Istruzione e passa a quello della Salute: al suo posto, come vi abbiamo anticipato oggi, approda a Viale Trastevere l’ex presidente della regione Basilicata, Vito De Filippo. Naturalmente, non potevano mancare le dichiarazioni d”addio’ da parte dell’esponente del Partito Democratico.

Davide Faraone saluta il Miur: ‘Vado alla Salute, il mio pensiero va a mia figlia Sara’

‘Più tardi, giurando davanti al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il mio pensiero non potrà che andare a mia figlia Sara, il suo volto e i suoi bisogni di essere speciale sono sempre l’anima di ciò che faccio, i suoi diritti e quelli di tanti bambini, ragazzi e adulti con autismo saranno il punto di partenza e di arrivo per tante battaglie da portare avanti e tante cose da fare, per questo con il cuore ho scelto questa avventura.’
Queste le parole scritte dall’onorevole Davide Faraone sul suo blog, per ricordare il suo operato come sottosegretario all’Istruzione ma soprattutto per quanto riguarda il tema scottante della riforma del sostegno.

Davide Faraone: ‘Un po’ di cuore lo lascio al ministero dell’Istruzione ma con lo stesso cuore vado alla Salute’

‘La politica non è solo una questione di testa, è anzitutto passione, cuore, sentimento – ha continuato Faraone – ed è col cuore che vado al ministero della Salute dove lavorerò al fianco del ministro Beatrice Lorenzin verso la quale nutro una grande stima. Un “po’ del suo cuore” Faraone lo lascerà inevitabilmente al ministero dell’Istruzione: “E’ stato bello lavorare per un obiettivo che era quello di dare al nostro Paese una scuola che mettesse al centro gli studenti. Obiettivo che è stato al centro del grande impegno del governo presieduto da Matteo Renzi che tanto ha fatto per il Paese” – ma adesso il suo “impegno sarà profuso in un altro settore fondamentale della convivenza civile: la salute’.
Chi probabilmente non sentirà la mancanza dell’onorevole Faraone saranno soprattutto i docenti che, in questi due anni e mezzo, non sono riusciti ad avere un buon rapporto con lui: resta da vedere, ora, come si presenterà il neo sottosegretario Vito De Filippo che andrà ad affiancare i confermati Angela D’Onghia e Gabriele Toccafondi.
perfezionamenti
In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti