Come si individueranno i perdenti posto con le nuove norme?

491

ecampusnuovoLa tabella dei punteggi resta invariata, quindi servizio pre ruolo e di altro ruolo avranno punteggio ridotto, ma cambia molto se la scuola è un IC o un IIS.

Nell’ipotesi di contratto della mobilità per l’anno scolastico 2017/2018, al fine del calcolo del punteggio per la redazione della graduatoria interna d’Istituto per individuare i docenti perdenti posto resta quasi tutto invariato.

Per esempio un docente con 25 anni di servizio di cui 12 trascorsi di ruoloe tutti prestati nel ruolo di attuale appartenenza e 13 di pre ruolo, si troverà assegnati come titoli di servizio 102 punti. Questi punti sono il frutto di 72 punti per gli anni di ruolo che valgono 6 punti ad anno scolastico e 30 punti di pre ruolo di cui 12 (3 punti per anno) per i primi 4 anni di pre ruolo e 18 (2 punti per anno) per i successivi 9 anni. Se poi tale docente ha il coniuge nello stesso comune o ambito in cui è la scuola di titolarità avrà riconosciuti i 6 punti di ricongiungimento nella graduatoria interna dei perdenti posto. Per quanto riguarda i titoli generali si potranno accumulare al massimo 22 punti di titoli culturali. Quindi oltre ai 12 punti per il superamento di un solo concorso ordinario di una classe di concorso dello stesso ordine e grado della titolarità, sarà possibile banner-certificazione-inform-newaggiungere fino ad unmassimo di 10 punti tra titoli come master, corsi di perfezionamento, doppie lauree, dottorati di ricerca, etc… Quindi nessuna particolare modifica per quanto riguarda i punteggi delle prossime graduatorie interne per l’individuazione dei perdenti posto.

La novità è invece quella dei codici unici di alcuni Istituti con più indirizzi di studio come per esempio gli istituti d’Istruzione Superiore o anche gli Istituti Comprensivi, compresi anche gli Istituti che hanno una sezione associata, anche se ubicata in comune diverso dalla sede principale. Per questo tipo di scuole è stato già creato un codice meccanografico unico e sarà redatto un unico organico dell’autonomia. Per cui un Istituto che ha al suo interno Liceo classico, Liceo scientifico e Liceo delle scienze umane oltre ad avere una sezione associata in un altro comune, avrà un organico unico e non organici separati come accadeva in passato.

Anche le graduatorie interne d’Istituto per l’individuazione dei perdenti posto saranno uniche e per classi di concorso. Nell’esempio su riportato possiamo chiarire che una data classe di concorso come la A049                  (matematica e fisica che probabilmente già dalla prossima mobilità potrebbe essere l’A-27) , avrà un’unica graduatoria che associa i titolari di tutti gli indirizzi e anche quelli della sezione associata e sarà l’ultimo di questa graduatoria unica che potrebbe rischiare di perdere il posto.

Stessa cosa potrebbe capitare in un IIS dove ci sono un ITC e un ITG i docenti di A050 che prima avevano due graduatorie separate e distinte, adesso avrebbero un’unica graduatoria e a perdere il posto sarà sempre l’ultimo.

Questo sono, a quanto pare, le prove tecniche di come potrebbero funzionare gli organici e le graduatorie di rete che non tarderanno ad essere una realtà già delineata dalla legge n.5 del 2012 all’art.50.

Fonte:www.latecnicadellascuola.it

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti