Pensionamenti 2017: Elaborazione PSN, tutti i posti liberi per ogni provincia, CDC e sostegno. Quasi metà dei posti al Nord

763
 

certificazione-inglese1PSN pubblica in anteprima una rielaborazione dei dati dei pensionamenti dei docenti per l’anno 2017 a partire dai dati diffusi dal Miur. Dati forniti su richiesta delle organizzazioni sindacali ma che, come avviene da troppo tempo, sono stati rilasciati in una forma poco utile per analisi sulle tendenze e per una immediata comprensione dei posti liberi. PSN ha pertanto provveduto a rielaborare i dati in modo da presentarli in modo chiaro, dando la possibilità di verificare per ciascun ordine e ciascuna classe di

università telematica ecampusconcorso i posti che saranno liberi e disponibili da settembre 2017. Dati fondamentali per poter fare previsioni sulle disponibilità che saranno utilizzate per le operazioni di immissioni in ruolo e di mobilità per il prossimo anno scolastico 2017-18.

Dall’analisi di PSN emerge che a differenza degli anni scorsi dove i pensionamenti erano in maggioranza al sud, quest’anno a primeggiare per pensionamenti sono le regioni del nord con oltre il 18% inLombardia, seguita ma molto staccata dalla Campania con poco più del 10% di nuovi pensionamenti, seguita da vicino da Veneto (9,2%) e Piemonte (9%). Brutte notizie quindi per chi tenterà di tornare al sud dopo gli esiti infausti della mobilità dello scorso anno. Cambia dunque la geografia dei pensionamentiche ora si spostano al nord rispetto ad appena 5 anni fa, quando fra le prime 6 regioni per numero di pensionamenti ben 5 erano erano quelle del sud con più della metà dei posti liberati.

I dati sono stati dedotti dalle domande di dimissioni dal servizio presentate entro il 28 febbraio 2017 dal personale docente e ATA. Complessivamente gli insegnanti che hanno presentato domanda di pensione sono 20.102, mentre il personale ATA ha prodotto 5.743 domande. Si tratta di dati provvisori in quanto in queste tabelle non sono stati conteggiati coloro che saranno collocati a riposo d’ufficio e i decessi che ogni anno rappresentano qualche migliaio di unità.
PSN ha elaborato 7 distinte tabelle in cui vie è per ciascuna provinciaordine di banner-certificazione-inform-newscuola e per ogni cdc il numero dei posti liberati dai docenti che andranno in pensione. Posti che saranno utili per le operazioni di mobilità per consentire il ritorno dei docenti fuori provincia e che lo ricordiamo saranno utilizzati per il 30% dei posti restanti dopo le operazioni di mobilità provinciale.
All’infanzia saranno almeno 2.542 i pensionamenti a livello nazionale su posto comune e solo 16 susostegno, alla primaria sono 5.599 su posto comune in tutta italia di cui 1.217 solo in Lombardia seguita da Piemonte e Veneto con poco più di 600 pensionamenti ciascuno mentre sono 174 i posti liberati sul sostegno.
Nella scuola secondaria di I grado sono in tutta italia 5.059 i posti liberati sulle classi di concorso e 299 i posti sul sostegno. La regione con più pensionamenti è ancora la Lombardia con 968 seguita però daCampania (601) e Sicilia (503) con le classi di concorso che liberano più posti A043 con 1.376 pensionamenti, A059 (1.275), A030 (659) e A033 (610).
Nella scuola secondaria di II grado sono in tutta italia 6.297 i posti liberati sulle classi di concorso e solo 116 i posti sul sostegno. La regione con più pensionamenti è sempre la Lombardia con 983 seguita più da vicino da Campania (735), Veneto (568), e Lazio (535) con le classi di concorso che liberano più posti A050 con 857 pensionamenti, A029 (652), A346 (507), A051 (355), A047 (338), A060 (336)  A030 (659).
Di seguito in allegato il file excel con tutti i dati dell’elaborazione PSN per i pensionamenti dei docenti del 2017
Qui invece i pensionamenti degli ATA per il 2017

WWW.PROFESSIONISTISCUOLA.IT

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti