Mobilità 2017: i criteri per chiamata diretta saranno scelti dal collegio dei docenti

320

24 cfu per concorso insegnantiDopo la pubblicazione del testo riguardante il contratto collettivo nazionale firmato da Miur e sindacati, che modula la procedura relativa all’individuazione per competenze dei docenti, ovvero la chiamata diretta i cui criteri saranno scelti dal collegio dei docenti, vi indichiamo di seguito, l’Iter che sarà seguito ( testo in allegato):

  • il dirigente scolastico formula la proposta di passaggio da ambito a scuola in coerenza con il PTOF;a tal fine il dirigente, previa deliberazione del collegio dei docenti su proposta del dirigente medesimo, individua sino a un massimo di 6 titoli ed esperienze specifiche tra quelle di cui all’ allegato A, per ciascun posto vacante e disponibile, ovvero per gruppi di posti, in coerenza con il PTOF e il PDM dell’istituzione scolastica. (si precisa che se il collegio dei docenti correttamente convocato non si esprima entro 7 giorni dalla data prevista, il dirigente scolastico procede comunque all’individuazione dei requisiti e alla pubblicazione dell’avviso, nel rispetto dei termini previsti a livello nazionale).eipass1
  • Il dirigente pubblica un avviso, dove sono specificate le competenze professionali e i criteri oggettivi per l’esame comparativo dei requisiti dei candidati, nonché leformalità per la presentazione della candidatura, ivi compreso l’indirizzo di posta elettronica istituzionale da utilizzare a tal fine. L’avviso è aggiornato con l’indicazione delle reali disponibilità a seguito della pubblicazione dei movimenti.

A tal fine:

  • nel caso si rendano disponibili neIl‘istituzione scolastica, a seguito delle procedure di mobilità, ulteriori posti delle medesime SdC e delle tipologie previste dall’avviso, il DS procede ad integrare l’avviso relativamente alla sola consistenza numerica delle singole disponibilità senza modificare le competenze già indicate.
  • nel caso si rendano disponibili, nell’istituzione scolastica, a seguito delle suddette procedure, ulteriori posti di altre classi di concorso o di altre tipologie previste dall’avviso, il DIRIGENTE procede ad integrare l’avviso relativamente alla consistenzanumerica delle singole disponibilità e alle competenze, con le modalità di cui al punto 3  entro i termini di cui al punto 6.
  • Qualora detti termini non siano più rispettabili, i relativi posti sono coperti con la procedura di cui al punto 8.
  • Sulla base dei criteri oggettivi indicati nell’ avviso, il dirigente opera un esame comparativo delle candidature e individua il docente cui effettuare la proposta.

    Se il docente destinatario opta per altra istituzione scolastica, il dirigente effettua la proposta ad altro docente, sulla base di analogo esame comparativo. Individuato il docente destinatario della proposta il Dirigente scolastico formalizza la medesima mediante il sistema informatico di gestione del personale.

  • Ciascuna fase di individuazione per competenze si svolge secondo un calendario nazionale. Sono pertanto previsti:
  1. un termine unico, distinto per ciclo di istruzione, fissato in 10 giorni prima della pubblicazione dell’esito delle rispettive mobilità, per la pubblicazione degli avvisi di cui al precedente punto 4;
  2. un termine unico distinto per ciclo di istruzione per l’invio delle proposte di candidatura previste dal comma 79 dell’articolo 1 della legge 107/2015, corredate da CV;
  3. il termine ultimo unico per la formalizzazione degli incarichi da parte dei DS e loro inserimento al SIDI.
  • Entro il termine stabilito per l’avvio della procedura per la formulazione delle proposte di passaggio da ambito a scuola, l’Ufficio scolastico competente per territorio provvede ad assegnare prioritariamente alle scuole i docenti titolari su ambito beneficiari delle precedenze di legge previste dal CCNI del 31 gennaio 2017, articolo 13, comma 1. Al termine di tale assegnazione, l’Ufficio scolastico competente per territorio pubblica all’albo l’elenco delle sedi ancora disponibili e dei posti assegnabili in ciascuna di esse.
  • Successivamente al termine stabilito per il completamento della procedura, l’Ufficio scolastico competente per territorio provvede al conferimento degli incarichi ai docenti che non abbiano ricevuto o accettato proposte e comunque in caso di inerzia del dirigente scolastico, nel seguente ordine di priorità: docenti già di ruolo provenienti dalle operazioni di mobilità; docenti immessi in ruolo da graduatorie di merito concorsuali; docenti immessi in ruolo dalle graduatorie ad esaurimento. A tal fine, l’Ufficio scolastico procede secondo il punteggio dei relativi elenchi e graduatorie.

    Fonte:https://www.professionistiscuola.it/mobilita/2705-mobilita-2017-i-criteri-per-chiamata-diretta-saranno-scelti-dal-collegio-dei-docenti.htmluniversità telematica ecampus

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti