Scrutini solo dopo il termine delle lezioni?

249

24 cfu per concorso insegnantiScrutini solo dopo il termine delle lezioni? Molti docenti segnalano che in questi giorni sono alle prese con gli scrutini pur non essendo di fatto finite le lezioni. Una pratica, quasi consolidata, che vede anche la collaborazione del ds che la inserisce nella calendarizzazione nell’ultima settimana di maggio. Ma cosa prevede la legge? Ecco le norme di riferimento:

Scrutini solo dopo il termine delle lezioni – La valutazione complessiva degli allievi (compreso il comportamento) di qualunque ordine di scuola si tratti deve essere effettuata solo al termine programmato delle lezioni. Ciò si legge chiaramente nel DLgs n° 297/1994, art. 192 comma 7; DPR n° 122/2009 art. 4, comma 5; 2, comma 6; 7, comma 2; Legge n° 169/2008 art. 2, comma 1.

certificazione tablet

In tali norme, che tutti i Dirigenti e i docenti sono tenuti a rispettare, è disposto che i voti di profitto e di comportamento degli alunni sono deliberati dal consiglio di classe al termine di ciascun trimestre o quadrimestre ed al TERMINE DELLE LEZIONI. Giova inoltre ricordare che l’art. 28 comma 4 del CCNL/2007 prevede che il piano annuale delle attività venga predisposto dal dirigente e deliberato dal collegio dei docenti. Con le stesse modalità va effettuata qualsiasi modifica al piano stesso. Il Piano non è quindi prerogativa esclusiva del Dirigente scolastico.

A ciò si aggiungono le note MIUR emanate ogni anno le quali dispongono i contratti di proroga per i supplenti che arrivano al termine delle lezioni i quali hanno diritto ad ulteriori contratti per gli scrutini e gli esami.

università telematica ecampusLe note, infatti, si riferiscono al contratto del supplente, originariamente previsto fino al termine delle lezioni, fino al termine delle operazioni di scrutinio o di esami (diversi da quelli di maturità) del mese di giugno cui ha titolo a partecipare il supplente.

Anticipare gli scrutini penalizzerebbe tali supplenti i quali appellandosi alle note ministeriali e alle norme sopra elencate, potrebbero rivendicare, e a ragione, il diritto alla proroga e quindi il fatto che gli scrutini debbano obbligatoriamente essere svolti al termine delle lezioni.

Fonte: www.oggiscuola.it

 

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti