Il permesso per matrimonio spetta anche nel caso di nuovo matrimonio?

318

24 cfu per concorso insegnantiL’ARAN risponde con un suo orientamento al seguente quesito, formulato per il settore della Ricerca, ma applicabile anche alla scuola:
Il diritto ai 15 giorni di permesso per matrimonio spetta anche al lavoratore che contrae un nuovo matrimonio?

“L’art. 8, comma 2, del CCNL 21/02/2002 si limita a stabilire che spettano quindici giorni consecutivi in occasione del matrimonio, fruibile entro i dieci giorni successivi alla celebrazione dell’evento. Sulla questione, anche in base a giurisprudenza consolidata, (TAR del Lazio- sentenze del 21.3.1991 n.382, del 15.1.1991 n.11 e 20.11.95 n. 1760) si deve ritenere che il beneficio compete quando il precedente matrimonio è venuto meno a tutti gli effetti civili ed il dipendente contrae un nuovo matrimonio. Per la fruizione del beneficio il matrimonio deve avere, comunque, validità civile.”università telematica ecampus

Come è noto nel CCNL scuola per il personale a tempo indeterminato l’articolo di riferimento è il 15 comma 3 il quale prevede il diritto ad un permesso retribuito di quindici giorni consecutivi in occasione del matrimonio, con decorrenza indicata dal dipendente medesimo, ma comunque fruibili da una settimana prima a due mesi successivi al matrimonio stesso . Per il personale a tempo determinato l’articolo di riferimento è il 19 comma 12 il quale afferma che “Il personale docente ed ATA assunto a tempo determinato ha diritto entro i limiti di durata del rapporto, ad un permesso retribuito di 15 giorni consecutivi in occasione del matrimonio”.

Fonte: www.orizzontescuola.it

certificazione informatica

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti