Graduatorie di istituto 2017/20: dal MIUR alcune indicazioni per la compilazione del Modello B. Le OO.SS chiedono una proroga ed incontro urgente

603

Il Bullismo : interpretazione fenomenologia prevenzione e didatticaDal Miur è stata diramata una nota in merito ad alcune questioni riguardanti l’aggiornamento/inclusione delle graduatorie di istituto per il triennio 2017/201120. Tra queste: le graduatorie di I fascia; l’ acquisizioni delle domande con i codici delle vecchie classi di concorso ed infine sono state sollecitate le istituzioni scolastiche per l’inserimento della domanda degli aspiranti docenti.

Le OO.SS non ci stanno.I tempi sono troppo stetti e le problematiche continuano a riproporsi.

La nota

  1. (…) Come noto, gli aspiranti presenti nellaprima fascia delle graduatorie di istituto per effetto dell’inserimento in GAE sono vincolati a mantenere le sedi del precedente triennio anche nel caso in cui, per diversi motivi, queste sedi fossero presenti solo sulle posizioni di seconda /terza fascia.certificazione-inglese1

    Tuttavia, si sono verificati casi di taluni aspiranti inseriti in GAE tardivamente per effetto di pronunce giurisdizionali e anche nelle graduatorie di istituto di II e/o III fascia del triennio 2014/17, ma non nella prima fascia, che per il triennio 2017/20 hanno cambiato la scuola di riferimento rispetto al triennio precedente. Nonostante le precedenti istruzioni comunicate dal Gestore Informatico a codesti uffici, già a partire dall’11 luglio u.s., finalizzate alla risoluzione della problematica, risulta a questa Direzione che molte istituzioni scolastiche non hanno dato seguito alle istruzioni di cui sopra. Pertanto, al fine diripristinare l’esatta posizione dell’aspirante nel precedente triennio, si rammenta che è stato inseritoun blocco nelle funzioni POLIS di inserimento del modello B, invitando l’aspirante a recarsi presso la scuola di riferimento per regolarizzare la propria posizione. A tal fine sarà effettuata, a cura del sistema informativo, la cancellazione della domanda che l’aspirante ha presentato per il triennio 2017/20, affinché la scuola competente del precedente triennio possa 24 cfu per concorso insegnanticosì procedere ad acquisire la domanda dalla scuola a cui era stata erroneamente presentata. Considerata la ristrettezza dei tempi si consiglia di anticipare la trasmissione della domanda in modalità telematica. In mancanza di tale adempimento non sarà possibile per l’aspirante confermare sul portale POLIS il modello B di scelta delle sedi.

  1. Da alcune segnalazioni di aspiranti che tentano l’accesso al modello B, è emerso che talune scuole hanno acquisito le domande sui codici delle vecchie classi di concorso e non sulle nuove previste dal DPR 19/2016. Al riguardo sarà predisposto un file, a cura del sistema informativo, per segnalare questa situazione di possibile errore scusabile dedotta soltanto dalla coincidenza del codice della classe di concorso presente nello storico con la classe di concorso acquisita per il nuovo triennio. Eventuali modelli B presentati per classi di concorso incoerenti con il titolo di accesso dovranno essere aggiornati a valle delle modifiche fatte dalla scuola.
  2. Alla data odierna alcune istituzioni scolastiche non hanno ancora provveduto ad inserire al SIDI le domande di inclusione/aggiornamento in graduatoria. Si invitano pertanto codesti Uffici a porre in essere tutte le necessarie iniziative e a segnalare le eventuali criticità, affinché le suddette istituzioni scolastiche completino al più presto le suddette attività propedeutiche alla presentazione del modello B, in vista dell’approssimarsi, per gli aspiranti, del termine di scadenza di presentazione del modello B telematico di scelta delle istituzioni scolastiche, fissato al 25 luglio p.v.

Si ringrazia per tutti gli scrupolosi adempimenti posti e da porre in essere, al fine della pubblicazione dellegraduatorie definitive entro il 31 agosto p.v.

Le OO.SS, intanto, visto le difficoltà di funzionamento del portale Istanze on line, tramite lettera (di seguito pubblicata), hanno chiesto una proroga la compilazione del modello B ed un incontro urgente al MIUR con il Capo di gabinetto, Sabrina Bono. “È in gioco il regolare avvio dell’anno scolastico, che ancora una volta avrà bisogno dei docenti precari, regolarmente chiamati dalle graduatorie, per garantire il diritto allo studio delle studentesse e degli studenti”– dichiara la Flc Cgil scuola.

La lettera a firma: Francesco Sinopoli, Maddalena Gissi, Giuseppe Turi, ed Elvira Serafini

Le scriventi Organizzazioni Sindacali denunciano i gravi disservizi venutisi a creare nella fase dell’inserimento e valutazione delle domande di accesso alle graduatorie di istituto da parte delle segreterie e nella compilazione del Modello B da parte degli aspiranti all’inserimento. Pertanto chiedono un incontro urgente alla S. V. al fine di conoscere come l’Amministrazione intenda risolvere i problemi denunciati. Ciò al fine di garantire i diritti di tutti i soggetti coinvolti e il regolare avvio dell’anno scolastico.

Auspicando un positivo riscontro, inviamo i nostri migliori saluti.

Anche la Gilda degli insegnanti si allinea al pensiero dei sindacati confederali: “Rinnoveremo pertanto con forza l´invito a prevedere una proroga dei termini e a tornare al cartaceo, visto che la piattaforma informatica continua a non essere in grado di fronteggiare una simile situazione “.

C’è da augurarsi che questa situazione, ennesima dimostrazione della distanza che corre tra il dire e il fare, quando si parla di informatizzazione e digitalizzazione dei servizi, non abbia a ripercuotersi negativamente sul regolare avvio dell’anno scolastico, visto che il ritardo nella pubblicazione delle graduatorie aprirebbe la strada al consueto “balletto” delle supplenze conferite fino all’avente diritto, dunque provvisorie e prima o poi da rifare. Un rischio che andrebbe in ogni modo scongiurato –dichiarano dalla cisl scuola.
In queste condizioni, dilazionare i termini è purtroppo un a scelta obbligata; ma è chiaro che la prima garanzia da dare è quella di sistemi che assicurino la necessaria affidabilità. Se manca questo, è inevitabile il riproporsi di situazioni che non solo si ripetono, ma ogni volta finiscono per aggravarsi.

Fontehttps://www.professionistiscuola.it/graduatorie-e-organici/2895-graduatorie-di-istituto-2017-20-dal-miur-alcune-indicazioni-per-la-compilazione-del-modello-b-le-oo-ss-chiedono-una-proroga-ed-incontro-urgente.html

ultimo4

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti