Immissioni in ruolo, le ultime notizie

345

Metodologie didattiche per una Buona ScuolaLa macchina del Miur si è messa in moto, alla guida la ministra Fedeli che non vuole commettere errori sulle nuove immissioni in ruolo. Non vuole rischiare l’avvio del nuovo anno scolastico con le operazioni ancora in corso e non concluse. La parola d’ordine è: a settembre tutti in cattedra. Dal primo giorno di scuola gli studenti dovranno avere gli insegnanti al loro posto e per tutto l’anno scolastico. Insomma la normalità ancora una volta in Italia diventa un atto straordinario, quasi eroico. E’ ancora sotto gli occhi di tutti il caos dell’avvio del precedente anno scolastico e la ministra Fedeli vorrebbe evitarlo.

Immissioni  in ruolo senza chiamata diretta

Per garantire il regolare avvio del nuovo anno scolastico, il ministro ha deciso di “cassare” la chiamata diretta tanto voluta dal Renzi e mai amata da nessuno, nemmeno da i dirigenti scolastici. Tuttavia c’è da registrare il ritardo del MEF, il ministero dell’economia e delle finanze, ad oggi non ha ancora firmato il decreto che autorizza le immissioni in ruolo per il 2018/2019. Dal ministero però arrivano rassicurazioni, la copertura finanziaria c’è e il decreto dovrebbe dunque confermare i numeri annunciati.certificazione-inglese1

I numeri delle nuove assunzioni e i pensionamenti

Come annunciato i nuovi proff immessi in ruolo saranno 52 mila che in parte andranno a coprire  il turnover (circa 21 mila posti), 16 mila posti vacanti e 15.100 posti di organico di fatto trasformati in organico di diritto con la legge di Bilancio del 2017. Le scuole dal canto loro, sui rispettivi portali, stanno già pubblicando le disponibilità dei posti, gli interessati possono prenderne visione. Il si definitivo relativo le immissioni in ruolo è atteso fra una settimana, salvo intoppi dell’ultima ora.

Fontehttps://www.informazionescuola.it/immissioni-ruolo-le-ultime-notizie/

centro-telematico-universitario

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti