Graduatorie ATA: Titoli di accesso per ciascun profilo e guida semplificata alla compilazione di tutti i modelli

308

banner-certificazione-inform-newTanti ci scrivono in redazione per conoscere quali siano i titoli necessari per poter produrre la domanda per il personale ATA che è possibile presentare dal 30 settembre fino al 30 ottobre 2017 per entrare a far parte delle nuove graduatorie di III fascia, valide per il triennio 2017-2020 che sostituiranno integralmente quelle vigenti nel triennio 2014-2017.
In questo articolo pubblichiamo un’utilissima tabella di riepilogo dei titoli di accesso per ciascun profilo professionale e una guida semplificata per la compilazione di tutti i modelli di domanda.
Le domande si presentano in modalità cartacea sui modelli predisposti dal MIUR scaricabili da qui. Le domande possono essere spedite tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, o trasmesse per posta elettronica certificata oppure consegnate a mano presso un’istituzione scolastica di una sola provincia a scelta dell’aspirante (con esclusione della Valle D’Aosta e di Trento e Bolzano). università telematica ecampus
Va detto chiarito che le domande possono essere prese in carico da qualunque istituzione scolastica, anche qualora nelle stessa citata istituzione non sia presente l’organico di uno o più profili professionali richiesti;
La domanda di inserimento o di conferma/aggiornamento nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto per le supplenze temporanee è unica per tutti i profili professionali richiesti.

Chi si iscrive per la prima volta dovrà utilizzare il Modello D1.

Tale modello deve essere compilato anche da:

 

  • chi era inserito nelle graduatorie di terza fascia del triennio 2011-2014, ma non ha rinnovato l’iscrizione nelle graduatorie del triennio 2014-17;
  • chi cambia il titolo di accesso per uno o più profili;
  • chi aggiunge un nuovo profilo a quelli in cui già figurava nel triennio 2014-17;
  • il personale già incluso nelle graduatorie provinciali permanenti/ad esaurimento del personale ATA di una determinata provincia che intenda includersi nelle graduatorie di terza fascia di provincia diversa, previo depennamento dalle suddette graduatorie provinciali (art. 2 comma 3 del DM 640 del 30 agosto 2017) ;dattilografia_th

Gli aspiranti già inseriti nelle graduatorie di terza fascia ATA nel triennio 2014-17 che intendono unicamente confermare l’iscrizione presentata nel 2014 (anche in scuola o provincia diversa), o che devono aggiungere uno o più titoli culturali (diversi dal titolo di accesso) e/o uno o più servizi alla domanda del 2014, devono presentare il Modello D2; ATTENZIONE: non è prevista la conferma automatica. Coloro che non aggiornano, né confermano, non saranno inclusi nelle graduatorie;
Gli aspiranti già inseriti nel triennio 2014-17 per più profili che richiedono un nuovo profilo, compilano ilModello D1, ridichiarando tutto da capo anche per i “vecchi” profili;
Gli aspiranti già inseriti nel triennio 2014-17 per più profili e intendono cambiare il titolo di accesso di un profilo devono compilare il Modello D1: in questo caso dovranno dichiarare tutto da capo per tutti i profili;
L’aspirante che non ricordi la scuola a cui è stata destinata la domanda nel precedente triennio, può accedere alle Istanze online, sezione “Altri servizi”, Visualizzazione dati storici ATA III fascia 2014-2017 e prendere visione dell’istituzione scolastica competente;
L’aspirante che non ricordi i profili in cui era inserito nel 2014 e i relativi punteggi può accedere alle Istanze online, sezione “Altri servizi”, Visualizzazione dati storici ATA III fascia 2014-2017 e consultare i profili presenti e il dettaglio dei punteggi. Si ricorda che nello scorso triennio il punteggio del titolo di accesso era cumulato insieme agli eventuali altri titoli culturali.
Il Modello D4 è rivolto agli aspiranti inclusi negli elenchi/graduatorie ad esaurimento provinciali oppure nelle graduatorie permanenti (c.d. 24 mesi), che intendono cambiare provincia. Il Modello D4 – da trasmettere entro il 30 ottobre all’AT della provincia in cui si è inseriti nelle predette graduatorie, venendone depennati – si presenta contestualmente alla domanda di inserimento in terza fascia nella nuova provincia;

Il Modello D3 concerne la scelta delle trenta scuole (ubicate nella provincia prescelta dall’aspirante), nelle quali si chiede di poter effettuare le supplenze. Nel limite delle trenta istituzioni scolastiche, l’aspirante può includere o meno l’istituzione scolastica destinataria del modello di domanda.
Il Modello D3, da compilare attraverso il servizio Istanze OnLine, si potrà inoltrare con tempistica successiva che sarà resa nota dal MIUR; ATTENZIONE: qualora l’aspirante non inoltri il modello di scelta delle istituzioni scolastiche sarà automaticamente inserito nelle graduatorie di terza fascia della sola istituzione scolastica destinataria della domanda;
Personale assistente tecnico: il MIUR ha predisposto un’applicazione rivolta specificamente al personale che intende figurare, avendone titolo, nelle graduatorie di tale profilo professionale. Il profilo di assistente tecnico è organizzato per aree, ciascuna afferente a uno o più laboratori. Dato il titolo d’accesso, l’utente potrà vedere l’area professionale e il laboratorio corrispondente. Non sono presenti i diplomi di cui al DPR 87/2010 e al DPR 88/2010. Nel caso in cui l’aspirante sia in possesso di uno di questi titoli di studio dovrà compilare il modello di domanda, D1 o D2, come indicato nella nota 12 presente nei modelli di domanda D1 e D2, ovvero inserendo il codice ALTT e la denominazione specifica del titolo.

Possono presentare domanda di inserimento o conferma/aggiornamento:

  1. Tutti gli aspiranti forniti del titolo di studio valido per l’accesso al profilo professionale richiesto secondo la tabella sopra riprodotta;
  2. Coloro che sono inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia vigenti nel triennio scolastico 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017;
  3. Gli aspiranti già inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti o negli elenchi provinciali ad esaurimento o nelle graduatorie provinciali ad esaurimento corrispondenti al profilo richiesto, che richiedono il depennamento (per tutti i profili per i quali risultino inseriti nelle citate graduatorie e/o elenchi), dalla provincia di attuale inserimento;
  4. Gli aspiranti che abbiano prestato almeno 30 giorni di servizio, anche non continuativi, in posti corrispondenti al profilo professionale richiesto (in deroga al possesso del prescritto titolo di studio);

Coloro che sono già inseriti in I o II fascia di istituto possono richiedere nella medesima provincia l’inserimento in III fascia per altri profili;

Gli aspiranti devono essere in possesso anche dei seguenti requisiti generali: a. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica), ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ; b. età non superiore ad anni 66 e 7 mesi; c. godimento dei diritti politici; d. per i cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva, posizione regolare nei confronti di tale obbligo (art. 2 – comma 4 – D.P.R. 693/1996);

Non possono presentare domanda:

  1. coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo politico;
  2. coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  3. coloro che siano stati dichiarati decaduti da un impiego presso la Pubblica Amministrazione, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile o siano incorsi nelle sanzioni disciplinari previste dai vigenti contratti collettivi nazionali (licenziamento con preavviso e licenziamento senza preavviso);
  4. coloro che siano temporaneamente inabilitati o interdetti, per il periodo di durata dell’inabilità o dell’interdizione;
  5. i dipendenti dello Stato o di enti pubblici collocati a riposo in applicazione di disposizioni di carattere transitorio o speciale;

Sono nulle le domande prive della sottoscrizione dell’aspirante o inoltrate oltre termine e le domande da cui non è in alcun modo possibile evincere le generalità dell’aspirante o la procedura o il profilo professionale cui si riferiscono;

Sono esclusi gli aspiranti che:

  1. abbiano presentato domanda in più istituzioni scolastiche nella stessa provincia o in province diverse;
  2. abbiano presentato domanda on line di scelta delle istituzioni scolastiche priva della necessaria presupposta domanda di inserimento o di conferma/aggiornamento;
  3. risultino privi dei requisiti previsti dal D.M. 640 del 30 agosto 2017;
  4. abbiano effettuato autodichiarazioni mendaci o abbiano prodotto certificazioni o autocertificazioni false;

ATTENZIONE: La produzione di domande in più istituzioni scolastiche della stessa provincia o in più province comporta l’esclusione dalla procedura in esame e da tutte le graduatorie di III fascia in cui si chieda l’inserimento (nonché la decadenza dalle graduatorie di circolo o di istituto in cui l’aspirante sia inserito).

Tutti i requisiti e i titoli valutabili devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della relativa domanda.
In allegato riportiamo l’ottima guida per la compilazione dei modelli D1, D2 e D4 realizzata dalla UIL Scuola.

https://www.professionistiscuola.it/ata/3009-graduatorie-ata-titoli-di-accesso-per-ciascun-profilo-e-guida-semplificata-alla-compilazione-di-tutti-i-modelli.html

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti