Concorso 2018 abilitati, ecco il testo del decreto: requisiti ammissione, prove e graduatorie

472

24 cfu per concorso insegnantiPubblichiamo in anteprima la bozza di decreto disciplinante il concorso riservato ai docenti abilitati della scuola secondaria di primo e secondo grado, previsto dall’articolo 17 del D.lgs n. 59/2017, nell’ambito della cosiddetta fase transitoria.

La bozza di decreto

Il testo in questione è una bozza non definitiva e non contempla ancora le indicazioni della Corte costituzionale che ha dato il via alla partecipazione ai concorsi dei docenti già di ruolo. Non sappiamo ancora se il testo sarà modificato o sarà lasciata ai tribunali la parola per quanto concerne la partecipazione dei docenti a TI a questo concorso.

Destinatari

Il concorso è indetto per ciascuna classe di concorso delle scuole secondarie di primo e di secondo grado nonché per il sostegno.

Requisiti

Possono partecipare al concorso i candidati in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento/specializzazione, conseguito entro il 31 maggio 2017 (data di entrata in vigore del decreto).universita-telematica-ecampus-2

E’ prevista una deroga al succitato termine per i docenti abilitati che conseguono il titolo di specializzazione per le attività di sostegno entro il 30 giugno 2018 (TFA Sostegno III ciclo). Tali docenti sono ammessi con riserva (alla procedura per il sostegno).

Sono, inoltre, ammessi con riserva:

  • i docenti che, avendo conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017,  presentino la relativa domanda di riconoscimento del titolo al Miur, entro la data per la presentazione delle istanze di partecipazione alla procedura concorsuale;
  • i  docenti che siano stati inseriti nelle graduatorie ad esaurimento in seguito a provvedimenti giudiziari non definitivi, alla data di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso, e che abbiano stipulato contratti di lavoro a tempo indeterminato con clausola di rescissione (in caso di esito negativo del contenzioso).Difficoltà dell’apprendimento in situazioni di handicap e integrazione scolastica

Insegnanti tecnico-pratici

Gli insegnanti tecnico-pratici possono partecipare al concorso per posti comuni purché iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data del 31 maggio 2017. Possono inoltre partecipare al concorso per posti di sostegno purché specializzati.

Riguardo alla partecipazione degli ITP alla procedura concorsuale, come abbiamo già riferito, potrebbero aprirsi dei contenziosi:

ITP puntano a concorso 2018 per abilitati. Sciolte riserve da concorso 2016, proseguono inserimenti in GaE, giudici decideranno

Articolazione del concorso

Il concorso si articola in una prova orale di natura didattico-metodologica non selettiva e nella successiva valutazione dei titoli.

I docenti partecipanti saranno graduati, in una graduatoria regionale di merito ad esaurimento, sulla base dei titoli e della valutazione del colloquio.

L’ammissione alla graduatoria regionale di merito avviene a domanda degli interessati.

Dalla predetta graduatoria i docenti saranno poi ammessi, per scorrimento, ad un percorso annuale corrispondente al terzo anno del percorso FIT , superato il quale potranno accedere al ruolo.

L’Ammissione al predetto percorso comporta la cancellazione da tutte le graduatorie di merito, ad esaurimento e di istituto in cui si è inclusi.

Valutazione della prova orale e dei titoli

La prova orale può essere valutata al massimo 40 punti, mentre per la valutazione dei titoli il punteggio massimo attribuibile è di 60 punti.

Nell’ambito dei 40 punti per la prova orale, la Commissione assegna:

  • massimo 3 punti  per la  capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera;
  • massimo 3 punti per le competenze nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione o nelle tecnologie normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche.

Graduatorie regionali di merito

La Commissione, valutata la prova orale e i titoli, procede alla
compilazione della graduatoria regionale di merito, approvate con decreto del dirigente preposto all’USR competente per territorio.

Le graduatorie sono utilizzate annualmente ai fini dell’avvio al percorso
annuale (Terzo anno FIT).

Sottolineiamo che le informazioni sopra riportate potrebbero essere oggetto di variazione qualora il Miur facesse proprie le osservazioni del CSPI (in parte o in tutto), di cui abbiamo già parlato in Concorso 2018 abilitati: scarica parere CSPI. Sì servizio sostegno per classe comune e che sono riportate nel testo pubblicato.

Bozza di decreto

Fonte:https://www.orizzontescuola.it/concorso-2018-abilitati-decreto-requisiti-ammissione-prove-graduatorie/

 

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti