Malpezzi: docenti Scienze Formazione meritano il ruolo, non chiudiamo ai diplomati magistrale ma non ha senso riaprire le GaE

356

inglese-1Il responsabile scuola del Partito Democratico, Simona Malpezzi, ha pubblicato sulla propria pagina FaceBook un lungo posto nel quale affronta le questioni dei diplomati magistrale e di scienze della formazione primaria.

Ecco il testo

La campagna elettorale è cominciata e la scuola è al centro del dibattito. Bene, benissimo.

Il tema relativo ai diplomati magistrali ha ottenuto vasta eco sulla stampa nazionale.

Il leader della Lega ha detto in un’intervista a la Stampa della scorsa settimana che chiederà per il suo partito il Ministero dell’Istruzione (e quindi proporrà una sanatoria per i dm): non lo dico io ma lui. Poi spiegheranno come tenere insieme i diritti di tutti, compresi i residuali Gae.

24 cfu per concorso insegnanti
CONSEGUI I 24 CFU + IL MASTER SUL ” BULLISMO”A SOLI € 650

Alcuni rappresentanti del mondo della scuola sono stati candidati nelle liste, mi riferisco anche a rappresentanti dei dm. Tutto legittimo, per carità.

Il Pd, secondo alcuni, è il responsabile politico di scelte che -invece- non sono del Governo ma frutto di una sentenza. Tuttavia, pare che questa evidenza non sia sufficiente a chiarire il quadro. Probabilmente, far passare questa lettura fa comodo. E questo non è assolutamente legittimo.

Allora ci provo io come responsabile scuola del Partito Democratico a dire alcune cose. Ci metto la faccia, perché è sempre quella, da cinque anni a questa parte.

1. La ministra Fedeli, rispetto alla decisione della Plenaria del Cds, ha intrapreso la strada più corretta: chiedere l’interpretazione autentica all’Avvocatura dello Stato per sapere con certezza lo spazio in cui operare per evitare nuovi ricorsi e, nel frattempo, garantire la continuità didattica dei ragazzi, consentendo ad ogni docente interessato direttamente dalla sentenza di rimanere in cattedra.

2. Noi siamo quelli che hanno creato la fase transitoria, gli unici che hanno proposto e articolato una soluzione per la seconda e per la terza fascia, costruito un nuovo sistema di formazione e reclutamento della secondaria e, grazie al nostro lavoro, nell’arco di due anni le Graduatorie ad esaurimento della secondaria saranno cancellate. Noi abbiamo lottato contro il precariato e qualche risultato lo abbiamo portato a casa. Gli altri, invece, hanno licenziato, sia chiaro. Ah, il M5S ha votato a favore del nostro piano di reclutamento, fase transitoria compresa.scienze-motorie

3. Per questo non ha senso una riapertura delle Gae. Le GAE vanno esaurite e sfido le altre forze politiche ad avere il coraggio di sostenere il contrario. Spero ci sia l’occasione per capire il loro orientamento in merito. Cosa ne pensa la Lega e cosa ne pensa il M5S? E anche fratelli d’Italia, già che ci siamo.

4. Siamo convinti che serva un piano di assunzioni e di potenziamento per la scuola dell’infanzia e primaria (soprattutto nelle aree a maggior rischio di dispersione scolastica e povertà educativa) e lo abbiamo scritto chiaramente nel nostro programma con numeri e cifre e soldi. E siamo altrettanto convinti che sia necessario capire come articolare questo piano di immissioni in ruolo. E siamo disponibili a discutere con tutte le forze in campo, a partire da TUTTI i docenti interessati. Come abbiamo sempre fatto.

Esistono però due punti fermi.

Noi crediamo che in classe debbano andare docenti preparati e crediamo che i ragazzi altamente formati e specializzati vadano sostenuti e incoraggiati e che vada detto a chiare lettere che una preparazione seria è indispensabile per diventare i migliori: non basta certamente ma è fondamentale. Non abbandoneremo i laureati in scienza della formazione primaria che meritano di poter accedere al ruolo ed entrare in classe. Non fanno rumore e nessuno parla di loro ma esistono, sono tanti e meritano anche loro risposte adeguate dalla politica, soprattutto, quella che crede che la parola merito non sia una parolaccia ma la chiave per costruire un Paese migliore. Discutiamo su cosa voglia dire merito, se questo è il tema. Per noi, fino a qui, parlano i fatti: abbiamo valorizzato esperienza e percorsi e vogliamo continuare a farlo.

Noi abbiamo un dovere morale nei confronti di chi ha fatto un concorso 20 anni fa ed è ancora nelle GAE in attesa del ruolo a causa delle mancate assunzioni. Abbiamo il dovere politico e morale di dare risposte certe. Abbiamo il dovere di dire che esistono.

Questo non significa aprire una frattura con i dm, non da parte nostra che siamo quelli che non lasciano indietro nessuno. Purtroppo, è accaduto il contrario e non è servito il buonsenso o la ragionevolezza per trovare un punto di confronto. Per questo i dm hanno scelto altri interlocutori politici che dicono che risolveranno il problema. Sarei curiosa ci dicessero anche come, assumendosi la responsabilità di dire quale strada percorreranno per tenere insieme tutti i diritti, tutte le storie, tutti i lavoratori e, soprattutto, il diritto dei bambini ad avere la migliore istruzione possibile. Aspettiamo una loro proposta prima del 4 marzo.

Da parte mia, ripeto, la porta è sempre rimasta aperta. Sono altri che l’hanno chiusa, anzi sbattuta.

Il PD continuerà a lavorare per tutelare i precari storici, per dire ai giovani di studiare perché faremo in modo che l’ingresso in classe non sia precluso ai nuovi insegnanti e per garantire a tutti i bambini un’istruzione all’altezza dei sogni che vorranno coltivare.

Fonte:https://www.orizzontescuola.it/malpezzi-docenti-scienze-formazione-primaria-meritano-ruolo-non-chiudiamo-ai-diplomati-magistrale/

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti