Concorso Magistrato: Bando 2018 da 400 Posti, tutti i dettagli

864

certificazioni esbNuovo bando di concorso pubblico indetto dal Consiglio Superiore della Magistratura e pubblicato in Gazzetta Ufficiale (4a Serie speciale – n. 13 del 13 febbraio 2018), la selezione pubblica permette di essere assunti nel mondo della magistratura nel ruolo Giudice Onorario di Pace e Vice Procuratore Onorario, i vincitori dei concorsi verranno inseriti presso gli Uffici del Giudice di Pace e le Procure della Repubblica di varie Corti d’Appello, in totale i posti disponibili sono circa 400 e sono riservati a coloro che sono in possesso della laurea, nell’articolo andiamo a vedere quali sono tutti i dettagli del bando 2018 che scade il 15 Marzo.

Il Consiglio Superiore della Magistratura ha emanato un bando di concorso per l’inserimento dei tirocinanti negli Uffici del Giudice di Pace e nelle Procure della Repubblica presso i Tribunali Ordinari delle seguenti regioni d’italia:

  • Emilia Romagna
  • Marche
  • Puglia
  • Lombardia
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Molise
  • Calabria
  • Toscana
  • Liguria
  • Abruzzo
  • Campania
  • Umbria
  • Basilicata
  • Lazio
  • Piemonte
  • Trentino Alto Adige
  • Friuli Venezia Giulia
  • Veneto

Per aderire al concorso il bando prevede dei requisiti specifici, vediamo di seguito quali sono:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • condotta incensurabile;
  • idoneità fisica e psichica;
  • età compresa tra i 27 e i 60 anni;
  • laurea in Giurisprudenza;
  • assenza di condanne per delitti non colposi o a pena detentiva per contravvenzioni, eccetto riabilitazione;
  • assenza di misure di prevenzione o di sicurezza personali;
  • non aver subito sanzioni disciplinari superiori alla sanzione più lieve prevista dall’ordinamento di appartenenza;
  • non essere stati collocati in quiescenza;
  • non aver svolto per più di 4 anni, anche non consecutivi, le funzioni giudiziarie onorarie;
  • non essere stati oggetto di mancanza di conferma nell’incarico di Magistrato Onorario o di revoca dell’incarico.

Questi che abbiamo visto sono i requisiti generici che il bando prevede, ci sono poi altri requisiti che sono considerati preferenziali, vediamo di seguito quali sono:

  • l’esercizio pregresso delle funzioni giudiziarie, comprese quelle onorarie (eccetto l’aver svolto per 4 anni la funzione di Magistrato Onorario);
  • aver svolto per almeno 2 anni la professione di Avvocato e / o di Notaio;
  • aver insegnato per almeno 2 anni materie giuridiche nelle università e / o negli istituti superiori statali;
  • aver svolto con esito positivo il tirocinio di cui all’articolo 7 del decreto legislativo n. 116 del 13 luglio 2017, senza conferimento dell’incarico di Magistrato Onorario;
  • aver esercitato per almeno 2 anni le funzioni inerenti ai servizi delle cancellerie e segreterie giudiziarie, con qualifica non inferiore a quella di Direttore Amministrativo;
  • aver svolto lo stage presso gli uffici giudiziari, con esito positivo;
  • aver conseguito un dottorato di ricerca in discipline giuridiche.

Tutti coloro che sono interessati a partecipare alle selezioni pubbliche devono inoltrare la domanda entro il 15 marzo 2018 attraverso l’apposita procedura online, seguendo le indicazioni riportate in questa pagina, dalla quale è possibile scaricare tutta la documentazione relativa alle modalità di candidatura telematica al concorso per le nomine 2018 per Magistrati Ordinari e alle domande frequenti (FAQ).

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti