Immissione in ruolo a chi ha maturato i 36 mesi di servizio

1417

corso educatore professionale socio-pedagogicoIl primo firmatario è l’on. Pittoni, attuale presidente della Commissione istruzione al Senato. Se tale legge andrà in porto si tratta della prima vera rivoluzione targata Lega-M5S. I precari che hanno maturato i 36 mesi di servizio saranno immessi in ruolo e, in assenza di disponibilità, precedenza assoluta per gli incarichi di supplenza. La notizia ha riempito di gioia i precari che attendevano un segnale vero da questo governo, in particolare dal M5S dal quale si aspettano un cambiamento vero e a quanto pare sta per arrivare.

La scuola, come è noto, ha votato in larga parte proprio il Movimento fondato da Grillo e Casaleggio, bocciando clamorosamente il governo del PD, ma ancora poco era stato fatto in termini di cambiamento, questa notizia dunque riaccende le speranze di migliaia di precari che quotidianamente portano avanti l’Istruzione in Italia.

Si tratterà di una sanatoria?

“L’assunzione – riporta ItaliaOggi – non sarà immediata, perché dovrà fare i conti con l’effettiva presenza di disponibilità in organico di diritto. Fermo restando che non sono previste modifiche all’attuale sistema di reclutamento. Secondo il quale le cattedre e i posti utili all’assunzione dei precari storici sono determinati nell’ordine del 50% delle disponibilità che si verificano di anno in anno. Mentre il restante 50% rimane utile Certigicazione linguistica Inglesesolo ed esclusivamente per le immissioni in ruolo da concorso. Si tratta, quindi, di una sorta di precedenza che non dovrebbe comportare stravolgimenti dell’attuale sistema. I docenti che matureranno il diritto alla stabilizzazione, infatti, nella maggior parte dei casi coincidono con i precari storici che occupano le prime posizioni nelle graduatorie a esaurimento. E che maturerebbero, in ogni caso, il diritto all’immissione in ruolo per effetto dello scorrimento di tali graduatorie”.

Via via che i precari inseriti nelle graduatorie di Istituto matureranno 36 mesi di servizio saranno inseriti in una sorta di elenco speciale , tale elenco darà loro la doppia opportunità: la precedenza per l’incarico annuale e l’immissione in ruolo, organico di diritto permettendo.

Fontehttps://www.informazionescuola.it/immissione-in-ruolo-a-chi-ha-maturato-i-36-mesi-di-servizio/

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti