Orizzonte Docenti: comunicato sull’emendamento al DL Dignità – Diplomati Magistrali licenziati e rispediti nel limbo del precariato – Questa è la “soluzione” del Governo del cambiamento?

1576

logo-home_biologia1Il Governo ha deciso: intraprenderà il più grave licenziamento di massa della storia italiana.

Migliaia di docenti immessi in ruolo in virtù di provvedimenti emessi dall’Autorità giudiziaria saranno infatti licenziati e rispediti nel limbo del precariato.

Questa è la “soluzione” del Governo del cambiamento?

Dopo quattro anni di aspre battaglie giudiziarie, riteniamo inaccettabile la soluzione approvata in Commissione che prevede il licenziamento dei docenti immessi in ruolo, esclude ogni possibilità di accesso alle Gae per i diplomati magistrale, i laureati in SFP e gli abilitati Pas e Tfa e si limita a prevedere solo una procedura riservata per l’accesso al ruolo.

La strada della procedura concorsuale riservata, prevista dall’emendamento al DL Dignità, si presenta particolarmente limitativa quanto alle possibilità di accesso al ruolo, visto che alle relative graduatorie sarebbe assegnata solo una minima parte dei posti disponibili per le immissioni in ruolo e, cosa non da poco, viene richiesto il possesso di un requisito di servizio (almeno due anni negli ultimi otto anni) che impedirà la partecipazione a migliaia di docenti, sebbene già inseriti in Gae con riserva in virtù di provvedimenti giurisdizionali.

Si tratta, a ben vedere, di una scelta politica nefasta, che noi avverseremo con tutte le nostre forze ed in tutte le sedi, nazionali e comunitarie.

Le disposizioni approvate presentano infatti, a nostro parere, profili di incostituzionalità e di contrasto con i principi comunitari che faremo valere innanzi alle Autorità competenti.

Il Governo del cosiddetto “cambiamento” ha varato un disegno che calpesta la dignità dei docenti, e noi non staremo di certo a guardare.

L’Ufficio Legale Orizzonte Docenti

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti