Vincolo quinquennale sostegno: l’anno in corso rientra nel computo

236

Nel calcolo del quinquennio di permanenza sul sostegno si considera anche l’anno in corso. Disposizione valida senza alcuna limitazione

Un lettore ci scrive:

“Sono un maestro entrato in ruolo nel 2014-2015 su posto di sostegno pronto a richiedere un trasferimento presso altra scuola del medesimo comune di Roma ma su posto comune. Per me ed alcuni dei miei colleghi risulta non chiaro il computo del vincolo quinquennale, in particolare se il conteggio includa anche l’anno in corso, e se ciò valga senza esclusioni.”

Come abbiamo sottolineato più volte nei nostri articoli, il docente di sostegno è tenuto a rimanere su questa tipologia di posto per un quinquennio prima di poter chiedere mobilità su materia/posto comune

Corsi di perfezionamentoQuale normativa

La normativa di riferimento è il CCNI sulla mobilità, dove nell’art.23 comma 7 si stabilisce quanto segue:

“Il trasferimento ai posti di tipo speciale, ad indirizzo didattico differenziato e di sostegno comporta la permanenza per almeno un quinquennio a far data dalla decorrenza del trasferimento su tali tipologie di posti. Tale obbligo non si applica nei confronti dei docenti trasferiti a domanda condizionata in quanto soprannumerari da posto comune o cattedra a posto di sostegno. Pertanto tale personale conserva titolo alle precedenze di cui all’art. 13 punti II) e V) del presente contratto [….]”

Computo del quinquennio

Il computo del quinquennio decorre quindi, dall’anno scolastico di immissione in ruolo sul sostegno o dall’anno scolastico in cui si ottiene il trasferimento da materia/posto comune a sostegno

Nel computo del quinquennio, come esplicitato nel comma 8 del succitato art.23,  si considera:

  • l’eventuale anno di decorrenza giuridica derivante dalla applicazione del decreto legge n. 255, del 3 luglio 2001, convertito in legge n. 333 del 20 agosto 2001, art. 1, comma 4-bis)
  • l’anno scolastico in corso

Conclusioni

Il nostro lettore, quindi, può sicuramente considerare  l’anno in corso nel computo del quinquennio e, considerando la sua immissione in ruolo nel 2014/15, il corrente anno scolastico rappresenta il quinto e, quindi, l’ultimo del vincolo.

Con il corrente anno scolastico, quindi, supera il vicolo quinquennale e può chiedere, per il prossimo anno 2019/20, trasferimento su posto comune

FONTE: https://www.orizzontescuola.it/vincolo-quinquennale-sostegno-lanno-in-corso-rientra-nel-computo/

In questo articolo