Concorso scuola infanzia e primaria 2021: la prova orale

127

progetto giovani 4.0 certificazione ingleseLa prova orale del concorso docenti per la scuola dell’Infanzia e Primaria: cosa prevede il Decreto ministeriale?

Cosa sappiamo in merito alla prova orale del concorso scuola per infanzia e primaria 2021? Come già illustrato, nei giorni scorsi il Ministero ha provveduto alla pubblicazione del decreto, e adesso siamo in attesa del nuovo bando di modifica in Gazzetta Ufficiale. A quel punto la tempistica diventerà nota, con i calendari della prima prova.

La prova orale del concorso per la scuola dell’Infanzia e primaria

Quando il nuovo bando del concorso scuola per l’Infanzia e la Primaria sarà pubblicato, i candidati si confronteranno prima con la prova scritta, e poi con la prova orale del concorso. Consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali. Come previsto dal comma 5, valuta altresì la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue. Nonché della specifica capacità didattica, che nel caso dei posti di sostegno contempla la didattica speciale.

Come leggiamo nel Decreto, la prova orale per:master completamento classe di concorso

  • i posti comuni valuta la padronanza delle discipline nell’ambito dell’unitarietà dell’insegnamento e dell’attività educativa. Nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.
  • i posti di sostegno valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali.

I programmi del concorso.

università telematica

In questo articolo