PERSONALE PRECARIO: LA INDISPENSABILE GUIDA RAPIDA ALLE ASSENZE DEI DOCENTI A TEMPO DETERMINATO

387

eipass-lim8_300x300Si propone una indispensabile guida rapida per le assenze del personale docente a tempo determinato per essere informati sui propri diritti circa ferie, permessi retribuiti e non,malattie e sulla eventuale interruzione dell’anzianità di servizio. Una guida indispensabile da tenere sempre sotto mano per conoscere e far valere i propri diritti.

 

Qui un’altra preziosa guida: CONGEDI PARENTALI, ASTENSIONE, PARTO E TANTO ALTRO

universitc3a02

Assenze del personale a tempo determinato (nei limiti della nomina)

TIPOLOGIA ASSENZA CCNL  PERIODO DI CONSERVAZIONE DEL POSTO RETRIBUZIONE E VALIDITA’ DELL’ANZIANITA’ DI SERVIZIO
Per malattia

(CCNL – art. 19, commi 1, 3, 4, 5, 6, 8, 10 e 11)

Procedura – L’assenza per malattia, salvo comprovato impedimento, deve essere comunicata alla scuola in cui il dipendente presta servizio,tempestivamente e comunque non oltre l’inizio dell’orario di lavoro del giorno in cui essa si verifica.

• Docenti assunti con contratto a tempo determinato fino al 31 agosto o fino al 30 giugno e docente IRC con servizio inferiore a 4 anni: 9 mesi in un triennio  scolastico. Fermo estando tale limite, in ciascun anno scolastico la retribuzione spetta: al 100% nel 1° mese di assenza (vedi nota 1); al 50% nel 2° e 3° mese; 0% nel restante periodo;

• Docenti assunti con contratto a tempo determinato per “brevi” supplenze: gg. 30 complessivi per anno scolastico retribuiti al 50%

• I periodi al 100% o al 50% della retribuzione sono validi a tutti gli effetti;

• I periodi senza stipendio ( 0%) non sono validi ad alcun effetto.

Per terapie temporaneamente e/o parzialmente invalidanti richieste da gravi patologie

(CCNL – art. 19, comma 15)

gg. necessari per ricovero ospedaliero, day-hospital, terapie certificate (da escludere dal computo dei giorni di assenza per malattia) 100% a tutti gli effetti
Permessi retribuiti

(CCNL – art. 19, commi 9 e 13)

gg. 3 per evento luttuoso:

morte del coniuge, di parenti entro il 2° grado (genitori, figli, nonni, fratelli), di affini entro il 1° grado (suoceri)

100% a tutti gli effetti
Permessi non retribuiti

(CCNL – art. 19, comma 7 e 8)

Il dipendente ha diritto, sulla base di idonea documentazione, anche autocertificata, a:

• gg. 8 per anno scolastico per la partecipazione a concorsi ed esami (compresi i giorni eventualmente richiesti per il viaggio)

• gg. 6 per motivi personali o familiari

0% interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti
Per matrimonio

(CCNL – art. 19, comma 12 e 13)

15 gg. consecutivi (in ccasione dell’evento, con possibilità di anticipo o differimento della fruizione in un periodo di tempo ragionevolmente congruo rispetto all’evento medesimo, come da nota ARAN prot. 7944 del 19.11.2003) 100% a tutti gli effetti
Permessi per assistenza al figlio handicappato in situazione di gravità

(L. 5.2.1992, n. 104, art. 3, comma 2 e 3) (CCNL – art. 15, comma 6)

• 2 ore di permesso giornaliero fino al terzo anno di vita (in alternativa al prolungamento del congedo parentale);

1 ora in caso di orario giornaliero inferiore a 6 ore;

• gg. 3 mensili dopo il compimento del terzo anno di vita

100% a tutti gli effetti
Permessi per assistenza a parenti o affini handicappati

(L. 5.2.1992, n. 104, art. 33, comma 3) (CCNL – art. 15, comma 6)

gg. 3 mensili 100% a tutti gli effetti
Permessi per esigenze di persona handicappata maggiorenne in situazione di gravità

(L. 5.2.1992, n. 104, art. 33, comma 6))

gg. 3 mensili o 2 ore di permesso giornaliero (1 ora in caso di orario giornaliero inferiore a 6 ore) 100% a tutti gli effetti
Assenza per adempiere funzioni presso uffici elettorali

(L. 29.1.1992, n. 69) (MPI – circolare 29.4.1992, n. 132)

gg. necessari all’effettivo impegno.

I dipendenti civili dello stato hanno diritto al riposo compensativo in base all’articolazione del proprio orario di servizio settimanale:

a) per la domenica, se articolato su 6 giorni;

b) per il sabato e la domenica, searticolato su 5 giorni

100% a tutti gli effetti
Assenza per donazione di sangue

(L. 13.7.1967, n. 584) (MPI – circolare 18.4.1977, n. 155)

24 ore a partire dal momento in cui il lavoratore si è assentato dal lavoro per l’operazione di prelievo (quantitativo minimo per la donazione: 250 grammi) 100% a tutti gli effetti
Infortunio sul lavoro

(CCNL – art. 20, comma 1 e 3)

• gg. necessari alla completa guarigione clinica;

• detti giorni si escludono dal computo dei giorni di assenza per malattia;

• anche a valere su eventuale ulteriore “nomina” conferita in costanza di patologia

100%
Malattia riconosciuta dipendente da causa di servizio

(CCNL – art. 20, comma 2 e 3)

• gg. secondo prognosi

• detti giorni sono comunque da considerare nel computo del periodo massimo di assenza consentita;

• anche a valere su eventuale ulteriore “nomina” conferita in costanza di patologia.

100%
Aspettativa per famiglia, di lavoro, personali e di studio 

(CCNL – art. 18, commi 1 e 2) (d.P.R. 10.1.1957, n. 3, artt. 69 e 70)

• per il solo personale con contratto finoal 31 agosto o al 30 giugno;

• periodo massimo richiedibile: 1 anno

• ai fini del calcolo del suddetto anno due periodi di aspettativa non si sommano se tra essi c’è un intervallo superiore a 6 mesi;

• in un quinquennio l’aspettativa non può superare in ogni caso la durata di 2 anni e mezzo

0% (periodi non computabili né per la progressione di carriera, né per il trattamento di quiescenza e previdenza ma riscattabili ai soli fini pensionistici)

Nota1: Ai sensi dell’art.71 legge 133/2008 per ogni singolo periodo di malattia, nei primi 10 giorni di assenza viene corrisposto solo il trattanento economico fondamentale con esclusione di ogni indennità o emolumento., nonchè di ogni altro trattamento accessorio.

Fonte:www.professionistiscuola.it

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti