Scuola: le assegnazioni provvisorie cambiano nel 2017

456

logo5Importanti novità per i docenti in vista del prossimo anno scolastico 2017-2018. Le assegnazioni provvisorie subiranno maggiori restrizioni rispetto al 2016 e saranno possibili solo per determinate categorie di insegnanti. Lo ha annunciato la Ministra dell’istruzione Valeria Fedeli, in occasione del question time nell’Aula di Montecitorio. Non è stato specificato durante l’incontro quali categorie di docenti saranno interessati dalla riforma, mentre restano ancora da sciogliere alcuni nodi riguardanti la mobilità dei neoassunti e il blocco triennale degli spostamenti. Ma vediamo di fare chiarezza: come funzionano le assegnazioni provvisorie degli insegnanti?

Che cosa sono le assegnazioni provvisorie dei docenti?

Le assegnazioni provvisorie sono trasferimenti di durata annuale di cui i docenti possono beneficiare dietro esplicita richiesta. I trasferimenti possono essere sia provinciali sia interprovinciali. L’assegnazione provvisoria, però, non può essere concessa a tutti gli insegnanti, ma solo a chi richiede il trasferimento per uno dei seguenti motivi:

  • ricongiungimento al coniuge o al convivente;
  • ricongiungimento ai figli;
  • gravi esigenze di salute comprovate da certificazione sanitaria;
  • ricongiungimento ai genitori.

L’insegnante che usufruisce dell’assegnazione provvisoria  annuale non si vedrà cambiare la sede di titolarità. La titolarità subisce infatti modifiche solo in conseguenza di mobilità definitiva.L’assegnazione provvisoria interprovincialebanner-certificazione-inform-new

Leggermente diversi i criteri per le assegnazioni provvisorie interprovinciali. Possono infatti beneficiare della misura le seguenti categoriedi docenti:

  • personale con gravi motivi di salute;
  • personale con disabilità o che ha bisogno di cure continuative;
  • personale destinatario dell’art. 33, commi 5 e 7, della Legge n. 104/92;
  • madri o padri di figli con età inferiore ai 6 anni;
  • personale coniuge di militare o di categoria equiparata;
  • personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli Enti locali.

La deroga al vincolo triennale

L’argomento è molto interessante per migliaia di docenti, perché nel corso del 2016 si sono riscontrati numerosi problemi nei trasferimenti e nelle assegnazioni provvisorie dei posti. Il nuovo algoritmo utilizzato dal Ministero dell’istruzione

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti