Decreto anti-furbetti in arrivo: è guerra alle assenze dal lavoro

245
logo5La Ragioneria di Stato ha dato i numeri, il Governo vuole dare la soluzione: è guerra alle assenze dal lavoro

Lo Stato ha dichiarato guerra a chi si assenta dal lavoro, personale della scuola incluso. Secondo il database della Ragioneria generale dello Stato, i dati aggiornati al 2015 rivelano che per la malattia se ne vanno circa 9,2 giorni a dipendente, 3 per la maternità, 2,1 per la legge 104 e 1 per congedi straordinari. Per questo motivo il Governo ha annunciato il decreto anti-furbetti, che dovrebbe arrivare entro febbraio e rendere la vita difficile alle assenze di massa e a chi si assenta dal lavoro nei weekend. Anche il licenziamento sarà più facile. In verità i dati dicono anche che rispetto al 2014 il fenomeno si è banner-certificazione-inform-newridimensionato, ma il 2015 è anche l’anno della lotta ai furbi della 104, per cui i numeri vanno comunque presi con le pinze.

Il decreto anti-furbetti cosa prevede?

Per stanare i furbetti delle assenze, il Governo sta preparando un decreto ad hoc. Chi ha l’abitudine di assentarsi a ridosso del weekend o in occasione degli esodi dall’ufficio (tutti assenti lo stesso giorno), avrà vita difficile. Nei nuovi contratti vi saranno misure adatte a “contrastare fenomeni anomali di assenteismo”. Chi vuole fare il furbo rischia il licenziamento, mentre chi è virtuoso sarà premiato.

I dati della scuola

Focalizzando l’attenzione sulle assenze per malattia nella scuola, emerge che come in altri settori sono le donne ad assentarsi di più: le giornate saltate sono in media 7,5 per gli uomini e 9,7 per le donne.

Fonte:www.scuolainforma.it

 
In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti