Mobilità 2017 alcuni importanti chiarimenti sulle domande, la scelta delle sedi e sede di servizio

533

anteprima-vetrate-ecampusPubblichiamo alcuni importanti chiarimenti relativi alla mobilità 2017, inziando dalla compilazione della domanda, la scelta delle sedi e l’inserimento degli ambiti.

La mobilità 2017 consente al personale docente che intende fare domanda di trasferimento di inserire nelle scelte fino ad un massimo di 5 Istituzioni scolastiche e poi di completare la domanda con gli ambiti. Tale scelta dovrebbe consentire di allargare il ventaglio delle scelte e quindi le opportunità di ottenere il trasferimento, ma è davvero così?

Mobilità 2017 gli ambiti vanno inseriti tutti per favorire il trasferimento?inglese

Se da un lato la possibilità di inserire più ambiti consente di allargare il ventaglio delle opportunità, dall’altro il personale della scuola dovrà misurarsi con le percentuali, quest’anno – nel caso vi fosse sfuggito – le percentuali dei posti riservati ai trasferimenti scende al 30%. Tale percentuale non permetterà l’accoglimento delle domande dei cosiddetti docenti “deportati”. Tuttavia non vi è alcun obbligo di indicare tutte le preferenze indicabili, per tanto si possono indicare il numero di scuole interessate, anche inferiori a 5 e il numero di ambiti desiderati, chiaramente in questo caso le opportunità di accoglimento della domanda diminuiscono.

Se l’istituzione scolastica scelta ha più sedi cosa accade al docente o al personale ATA che ha ottenuto il trasferimento?

Se il personale docente o ATA ottengono il trasferimento e all’atto della compilazione della domanda hanno indicato istituzioni scolastiche con più sedi, è compito del dirigente scolastico poi assegnare la sede di servizio, se si vuole evitare di essere collocati in una succursale, l’unica opportunità resta quella di indicare nella domanda di trasferimento solo istituzioni scolastiche che risultino su una sola sede.

Cosa accade a chi non è concesso il trasferimento?

Chi nella mobilità 2017 non ottiene il trasferimento, non perderà la titolarità nella sede precedente, infatti il mancato accoglimento dell’istanza di trasferimento non modifica la situazione giuridica di partenza del docente o del personale ATA interessato.

certificazione informatica

In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti