Utilizzazioni e Assegnazioni A.S. 2017/2018

1172

24 cfu per concorso insegnanti

Completata la fase dei trasferimenti, si entrerà nel vivo in quella delle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie relative l’anno scolastico venturo, ovvero il 2017/2018.

Le utilizzazioni, così come le assegnazioni provvisorie, hanno durata un solo anno scolastico e proprio in questi giorni i sindacati rappresentativi Cgil, Cisl, Uil Snals e Gilda hanno avviato la trattativa con i rappresentanti del MIUR.

La riforma della buona scuola (legge 107/15), per fortuna, non ha riformato questo istituto che come sapete è regolato da una disciplina speciale che deroga la legge generale. Il docente che ottiene l’utilizzazione ha pertanto il diritto al mantenimento del posto di titolarità e dal primo settembre dell’anno scolastico successivo ritornerà in servizio presso tale scuola salvo non ottenere ancora l’utilizzazione presso un’altra scuola di qualsiasi provincia italiana.

Come si ottiene l’utilizzazione in un’altra scuola? Le corso-limultime notizie

Il docente che chiede l’utilizzazione può farlo sia per la classe di concorso di titolarità, ma anche in altre classi di concorso che risultino in possesso dell’abilitazione all’insegnamento, tuttavia la si può chiedere anche per le classi di concorso per le quali possiendo il titolo di studio che permette loro di insegnarle. E’ più semplice ottenere l’utilizzazione sulle attività di sostegno perchè l’organico nazionale è carente di tali docenti, tuttavia per poterla chiedere occorre essere specializzati. Si tratta questo di un “paradosso” visto che invece i precari possono essere nominati dalle graduatorie incrociate per coprire tali posti.

Le assegnazioni provvisorie anch’esse sono provvedimenti di durata annuale ma sono destinate ai docenti che chiedono di essere avvicinati al coniuge, ai figli o ai familiari.

Assegnazioni ed utilizzazioni 2017/2018, quali le questioni ancora aperte?

L’oggetto dell’incontro fra i sindacati e il MIUR sul contratto relativo alle utilizzazioni università telematica ecampusriguarda alcune questioni ancora in sospeso, in particolare quelle relative ai punteggi che consentiranno poi di definire la graduatoria e quindi concedere l’utilizzazione a chi ne ha diritto. Anche per le utilizzazioni, così come è avvenuto per i trasferimenti, sarà necessario equiparare is ercizi prestati da precari, quendi servizio preruolo, a quelli prestati con contratto a tempo indeterminato, servizi di ruolo.

Scuola: www.informazionescuola.it


In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti