Mobilità 2018: Cosa fare se si è sovrannumerari. Modulistica e chiarimenti su domanda condizionata e quando presentarla

383

mobilita-2018-2019….Sovrannumerario… chi era costui ?” Parafrasando maldestramente Manzoni, la domanda corre veloce nei corridoi delle scuole in questi giorni. Le segreterie stanno ultimando (o almeno dovrebbero ultimare) le procedure per la stesura della graduatoria interna. La graduatoria interna ha sostanzialmente un unico scopo: individuare, nei casi di contrazione dell’organico, i docenti soprannumerari, cioè coloro che vedono svanire la loro cattedra a causa della diminuzione degli alunni (o per altre cause, meno frequenti a dire la verità, come il dimensionamento della rete scolastica)

Cosa succede quando un docente viene dichiarato soprannumerario?

Il docente può fare una di queste tre cose

-Presentare domanda di trasferimento condizionata

-Presentare domanda di trasferimento volontaria (anche oltre la scadenza dei termini)

-Non presentare alcuna domanda

certificazioni esb
PROSSIMI ESAMI IL 18 MAGGIO 2018 PRENOTATI

Cosa significa presentare domanda condizionata? Significa in parole semplici questo: se non fossi soprannumerario non presenterei domanda di trasferimento. Quindi presento domanda perché mi trovo nella condizione di soprannumerario e la mia domanda è valida solo finché questa condizione permane. Questo comporta due cose:

Iscriviti alla nostra Fan page
se durante i movimenti di trasferimento si riforma un posto nella scuola di provenienza (può accadere ad esempio se un collega della stessa cdc viene trasferito altrove oppure nel caso in cui la cattedra, nel nuovo organico, venga costituita con completamento di altri istituti), il docente soprannumerario viene riassorbito nell’organico e preserva la continuità, quindi non si terrà conto della domanda di trasferimento condizionata. In questo caso infatti opera la precedenza sulla scuola dove si era titolari. Inoltre, se la domanda condizionata viene accolta su una sede diversa da quella di partenza, è proprio grazie al condizionamento che non si perde il punteggio di continuità.universita-300x1801

Se invece il docente ha già presentato anche domanda di trasferimento volontaria (ovvero la condizione di sovrannumerarietà non è il motivo per cui fa domanda, ma l’avrebbe presentata comunque), partecipa alle normali operazioni di mobilità alla pari di tutti gli altri docenti. L’essere soprannumerario non gli dà precedenza alcuna nei movimenti, se non si presenta domanda condizionata. Il docente partecipa in ogni caso al movimento per tutte le preferenze espresse anche se nel corso del movimento medesimo venisse a cessare la sua posizione di soprannumero.

Qualora  non presenti domanda di trasferimento condizionata,  o nel caso la mobilità volontaria non vada a buon fine, ovvero nessuno dei posti richiesti nella condizionata sia disponibile, il docente perdente posto viene trasferito d’ufficio in una scuola dell’ambito di titolarità. In subordine, l’insegnante viene trasferito d’ufficio in una scuola di un ambito viciniore sulla base dell’apposita tabella di prossimità tra ambiti all’uopo predisposta e pubblicizzata prima dell’effettuazione dei movimenti. Attenzione però. Se non si presenta alcuna domanda condizionata, nel caso in cui la mobilità volontaria non vada a buon fine, si viene trasferiti d’ufficio e, se non si è dichiarato il punteggio della graduatoria interna, si viene trasferiti a punteggio zero, quindi in posizione di svantaggio rispetto a chi ha presentato domanda condizionata.Corsi di Perfezionamento 2017-2018

Inoltre, non presentando la domanda condizionata, come previsto da art. 13 CCNI Mobilità comma 1 punto II, si perde la precedenza per il rientro sulla scuola dove si è perso il posto.  Quindi appare chiaro che, nel caso siate dichiarati sovrannumerari, conviene presentare comunque domanda condizionata.

Il trasferimento d’ufficio segue la mobilità dei titolari delle precedenze di cui all’art 13 e precede, nella sola provincia di titolarità, i trasferimenti a domanda. Ove ciò non sia possibile per carenza di posti in tutti i comuni della provincia, il docente viene assegnato in soprannumero sull’ambito che comprende la scuola di precedente titolarità o incarico.

Quanto precede si attua, qualora nel corso delle operazioni di trasferimento non sia possibile riprendere in esame la posizione degli interessati, ai fini della loro assegnazione, nell’ordine, nel comune al quale appartenevano i posti soppressi, o ad una sede più vicina rispetto a quella precedentemente assegnata sulla base del citato elenco di viciniorietà.

In allegato, i modelli del MIUR per presentare la domanda cartacea. Vi ricordiamo che, per condizionare la domanda, la parte relativa al docente sovrannumerario va compilata in questo modo

condizionamento domanda

24 cfu concorso insegnanti
CONSEGUI I 24 CFU + UN MASTER A SOLI 650 €
In questo articolo
Inline
Orizzonte Docenti
Inline
Orizzonte Docenti