Mobilità, controlli su documentazione. Trasferimento ottenuto può essere revocato

364

La presentazione delle domande di mobilità si conclude per il personale docente il 5 aprile. Entro la stessa data deve essere presentata la documentazione attestante il diritto alla precedenza.

Un primo controllo sulle dichiarazioni viene sicuramente eseguito prima della pubblicazione dei movimenti (quest’anno fissata al 20 giugno), tuttavia – avverte l’Ufficio Scolastico di Potenza – sarà possibile effettuare altri controlli ed eventualmente procedere con la revoca del trasferimento ottenuto.

“Quest’Ufficio si riserva il diritto di effettuare verifiche campionarie – scrive l’Ufficio Scolastico di Potenza – sulla documentazione presentata da quanti abbiano ottenuto il trasferimento o passaggio in forza delle precedenze
previste da contratto e di procedere, in caso di dichiarazioni mendaci, alla revoca del trasferimento. Le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi, nei casi previsti dal D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni, sono puniti a norma delle disposizioni vigenti in materia

Ricordiamo che è possibile revocare, entro una certa data, la domanda già presentata.

Ai fini del ritiro della domanda già inoltrata, è necessario distinguere tra:

  1. ritiro nel periodo di presentazione delle istanze;
  2. ritiro dopo la data ultima di presentazione delle domande.

1. Ritiro domanda nel periodo di presentazione delle istanze

In tal caso, è sufficiente annullare l’invio (per le domande presentate tramite Istanze Online e non in modalità cartacea).

2. Ritiro domanda già inoltrata dopo il termine di presentazione delle istanze

In tal caso, l’articolo 5/2 dell’OM  prevede un termine preciso entro cui è possibile revocare la domanda:

E’ consentita la revoca delle domande di movimento presentate o la regolarizzazione della documentazione allegata. La richiesta di revoca deve essere inviata tramite la scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente ed è presa in considerazione soltanto se pervenuta non oltre il quinto giorno utile prima del termine ultimo, previsto per ciascuna categoria di personale nell’art. 2 della presente 0.M., per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili

La domanda, dunque, può essere revocata non oltre il quinto giorno utile prima del termine ultimo per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili.

Queste le date della comunicazione al SIDI dei posti disponibili (e delle domande di mobilità):

  • docenti: 25 maggio 2019
  • personale Licei Musicali: 4 maggio 2019
  • personale educativo: 22 giugno 2019
  • personale ATA: 6 giugno 2019

Queste, conseguentemente, le date per la revoca delle domande presentate:

  • docenti: 20 maggio 2019
  • personale Licei Musicali:  29 marzo 2019
  • personale educativo:  17 giugno 2019
  • personale ATA: 1 giugno 2019

Oltre i termini suddetti, è possibile comunque inviare la revoca in presenza di gravi e documentati motivi, a condizione che giungano entro la data di comunicazione al SIDI dei posti disponibili.

La domanda di revoca va inviata tramite la scuola di servizio o presentata al’Ufficio territorialmente competente.

Nel caso siano state presentate più domande, sia di trasferimento che di passaggio, si deve specificare quali domande revocare: tutte o solo alcune. Qualora ciò non venga esplicato la revoca varrà per tutte le domande presentate.

Fonte: https://m.orizzontescuola.it/mobilita-controlli-su-documentazione-trasferimento-ottenuto-puo-essere-revocato/

In questo articolo