News: IMMISSIONI IN RUOLO CON SORPRESA: DOCENTI DI 1 E 2 FASCIA SUPERATI DAI RISERVISTI DI TERZA

1075

La Cassazione ha unificato le liste e molti perderanno il posto L’11 settembre dei  primi in graduatoria
Le prossime immissioni  in ruolo  riserveranno una sorpresa – Docenti di 1 e 2 fascia saranno superati dai riservisti di terza Di Vincenzo Brancatisano6 LUGLIO 2008 – Riservisti, sarà valanga. Molti docenti precari in attesa di assunzione a tempo indeterminato e che pensano di avere il biglietto in tasca per salire sull’ultimo treno, rimarranno al palo. A tempo indeterminato. Alcune centinaia di docenti iscritti in posizione utile nella prima e nella seconda fascia delle graduatorie a esaurimento e che per questo hanno appena tirato un sospiro di sollievo dopo l’annuncio delle immissioni in ruolo di 25mila lavoratori, s’erano dimenticati di un piccolo particolare. Sul loro capo pende drammaticamente la sentenza numero 19030 depositata l’11 settembre 2007 con la quale la Corte di Cassazione ha unificato di fatto le tre fasce per quanto concerne la posizione dei docenti riservisti, cioè appartenenti alle categorie protette. In sostanza, è diventato ininfluente la barriera determinata dalle fasce per cui non serve più a nulla sapere che in prima o in seconda fascia non ci sono riservisti, poiché il diritto del docente appartenente a una categoria protetta è assoluto e non relativo alla fascia di appartenenza. Il tutto era partito da una causa promossa davanti al Tribunale di Pisa da un’insegnante riservista di terza fascia cui era stata negata l’assunzione a tempo indeterminato perché non risultavano ancora esaurite le prime due fasce e che aveva incontrato la resistenza dell’ammnistrazione scolastica. Forte, quest’ultima, dell’orientamento del Consiglio di Stato che nel 2000 aveva rappresentato le graduatorie come non comunicanti tra loro, ha battagliato prima davanti alla Corte d’Appello di Firenze, e poi, inutilmente, davanti alla Suprema Corte che, come si legge nella sentenza che pubblichiamo in questa pagina, ha considerato le graduatorie come un’unica lista per i riservisti. La sentenza non ha potuto trovare applicazione lo scorso anno (se non in alcuni casi isolati legati a situazioni di giudizio pendente) per mancanza di efficacia retroattiva. Ma è pronta a estendere i propri effetti non appena sarà emesso il decreto di ripartizione del contingente per le immissioni in ruolo…

Eccovi il link

In questo articolo