SCUOLA. LA SORELLA DEL MINISTRO (CINZIA GELMINI-CGIL) IN ASPETTATIVA NON RETRIBUITA

1224

30.10.2008– Hanno scioperato nove insegnanti su dodici, e tra le assenti mancava anche lei, Cinzia Gelmini, la sorella del ministro dell’istruzione. Ma per motivi familiari: già alcuni giorni fa aveva presentato una richiesta di aspettativa non retribuita, forse proprio per evitare il clamore che si è scatenato attorno al caso delle due sorelle. Nella giornata della mobilitazione nazionale contro la scuola, l’attenzione era puntata su un piccolo plesso elementare di Milzano, nel bresciano: la ‘Canossi’, dove insegna la sorella del ministro Gelmini, iscritta alla Cgil e componente della Rsu. Una scuola multienica, dove i figli di immigrati in classe sono anche il 40 per cento. Oggi è rimasta aperta solo dalle 8,10 alle 12,10. “La signora Gelmini – ha spiegato Santo Gaffurini, segretario provinciale di Brescia della Cgil scuola di ritorno dalla manifestazione di Roma – aveva già deciso di assentarsi da scuola per ragioni familiari. Ha chiesto l’aspettativa non retribuita per far sì che su quest’assenza non si speculasse”.

Ma la mancata partecipazione di Cinzia Gelmini allo sciopero, ha provocato alcune reazioni. “Chi, iscritto ad un sindacato della scuola, non sciopera in un’ occasione come questa o non ha capito nulla – scrive in una lettera aperta un iscritto alla Cgil – oppure non ha senso che stia ancora in un sindacato”. Ma Gaffurini replica: “le decisioni vengono rispettaté. “Mi sembra patetico che si parli in questo modo dopo una manifestazione come quella di Roma con un milione di persone, forse la vicenda mediatica ha travolto il buonsenso – aggiunge -. La signora Gelmini si sottoporrà, come Rsu, al giudizio dei suoi elettori, nella sua scuola. I suoi elettori, peraltro, hanno già riconosciuto la bontà del suo operato con riferimento al contratto”. E che Cinzia Gelmini riscuota l’apprezzamento dei colleghi era già emerso nei giorni scorsi. E vengono ribaditi anche dopo la giornata di oggi. “Io – commenta una delle tre colleghe che non hanno aderito allo sciopero – sto con ‘le’ Gelmini. Sulle novità legislative penso che sia meglio aspettare del tempo prima di giudicare. Io ho due figli, uno ha avuto il maestro unico, l’altro più maestri. Si sono laureati senza problemi tutti e due. In quanto a Cinzia è un’ottima persona  fonte  irpineanelmondo

In questo articolo