A CATANIA LE GRADUATORIE ATA III^ SONO IRREGOLARI, CHE SI ANNULLINO

1147

E’ giusto che tutti sappiano cosa è successo nella provincia di Catania in merito agli inserimenti delle domandine III^ fascia del personale ATA.
Ogni segreteria scolastica ha dato una valutazione diversa dei titoli culturali e dei titoli di servizio. Il personale chiamato a dovere trasmette i dati ha dovuto far fronte ad una notevole mole di lavoro in pochissimo tempo essendo stato pressato a dovere trasmettere tutto entro il 31.10.08, termine poi prorogato di qualche giorno.
Si rammenta che il personale chiamato a svolgere tali adempimenti (gli assistenti amministrativi – 4° livello retributivo, lo stesso dei cuochi e dei guardarobieri) ha effettuato tali inserimenti senza mai essere stato supportato da un’adeguata preparazione che li permettesse di valutare in maniere consona la normativa del MIUR nel periodo di maggiore sforzo lavorativo cioè quando si riapre la scuola, si fanno i contratti di lavoro ai nuovi insegnanti, si riorganizza la didattica e quant’altro comporta una macchina che riprende il cammino dopo una lunga pausa estiva, e soprattutto senza che le loro mansioni prevedano di sapere valutare una domandina di reclutamento personale.
La conseguenza è stata che ogni singolo assistente amm.vo ha valutato secondo i propri parametri, la propria preparazione. Si rammenta, a tal uopo, che vi sono segreterie scolastiche formate esclusivamente da personale precario che lavora nel mondo della scuola solo da qualche anno e che suo malgrado, senza alcuna esperienza , si è trovato a dovere valutare quanto menzionato sopra.
E così è accaduto che
∑ attestati di nessun valore sono stati valutati 1 punto;
∑ il servizio militare a taluni è stato conteggiato 6 punti, (0,50 X 12, come servizio effettuato a scuola nel medesimo profilo per cui si concorreva e non 0,05 per ogni mese per un massimo di 0,60 punti – con una differenza di 5,40 punti);
∑ il servizio effettuato in altri profili presso le scuole è stato conteggiato 0,50 al mese (con differenze anche di 15-20 punti, a seconda del periodo);
∑ come requisito per l’accesso a volte è stata calcolata la licenza media altre volte il diploma con differenze di valutazione di circa 2 punti;
∑ titoli di cultura calcolabili nei profili di Assistente Amm.vo, inseriti anche in quelli Assistente Tecnico e Collaboratore Scol.co con differenze di 1 – 2 punti;
∑ errori di digitazione (es. 113 anziché 11,3)
Certo viene da chiedersi come mai la provincia di Catania sia stata così veloce negli inserimenti malgrado il numero di domandine ricevute sia stato di gran lunga più elevato di talune province del nord dove ancora si procede, con la cautela dovuta alla delicatezza della materia, agli inserimenti dei dati. Non sarà che “la gattina frettolosa ha fatto i figli ciechi”?
Signori, si parla di posti di lavoro, non si scherza, non è una farsa.
Forse è proprio il caso che intervenga la Magistratura per bloccare questa graduatoria che diventerà definitiva a breve, che intervenga il Ministero delle Pari Opportunità per garantire quello che il nome stesso del dicastero enuncia. Forse sarà il caso che anche i sindacati intervengano per richiedere il blocco di tale graduatoria evocando criteri di uguaglianza e trasparenza per tutti. da aetnanet

Laura Barbagallo

In questo articolo