FEDERAZIONE GILDA-UNAMS GILDA DEGLI INSEGNANTI DI RAGUSA

1112

Condannato per ingiuria dirigente scolastico di Modica.

Con sentenza del 7 novembre 2008 il Dirigente scolastico di un’istituzione scolastica di Modica è stato condannato ai sensi dell’art. 594 del codice penale per aver offeso l’onore e il decoro di un docente R.S.U. GILDA.

I fatti risalgono al lontano 2003 quando il DS, nel corso di una contrattazione integrativa d’Istituto offendeva il docente proferendo nei suoi confronti le parole “Si vergogni lei che non lavora e fa finta di lavorare” e questo solo perché il nostro esigeva il rispetto della normativa sull’amministrazione della scuola e faceva rilevare le inadempienze del Dirigente scolastico relativamente all’anno precedente.
Ma v’è di più. Con sentenza del 17 novembre 2008 è stato condannato anche il collaboratore del D.S. perché, nei giorni in cui l’istituto era in sciopero a causa del blocco da parte del D.S. delle esercitazioni di laboratorio, aveva offeso il docente proferendo la frase “ Sei il solito stronzo” . Questa volta il docente, quale rappresentate del Consiglio d’Istituto e R.S.U., era reo di chiarire agli studenti, mediante una lettera che le manifestazioni di sciopero, a parere suo, erano illegittime perché i fatti erano completamente diversi da quelli rappresentati dal Dirigente..
E’ il caso di rammentare che per tali fatti per cui oggi vi è condanna, il docente era stato sottoposto a procedimento disciplinare da parte del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione, il quale organo, basandosi sulla relazione del Dirigente che prendeva le parti del suo collaboratore, irrogava giorni tre di sospensione dello stipendio con effetti anche ai fini pensionistici. In merito il docente era costretto quindi a rivolgersi alla Giustizia ordinaria che ut supra gli ha dato ragione. Si aprono ora nuovi scenari il primo dei quali è il risarcimento dei danni da parte dell’Amministrazione scolastica.
Nelle motivazione della sentenza il Giudice fa rilevare che il comportamento del Dirigente è riprovevole in quanto non può permettersi di offendere l’onore ed il decoro di un altro docente.
E’ evidente che il Dirigente passa la maggior parte del suo tempo nelle aule del Tribunale di Modica per fatti attinenti alla funzione che ricopre. Si ricorda che lo stesso è stato già condannato per comportamento antisindacale promosso dalla GILDA; ha patteggiato nel processo penale per inadempienza al decreto del Giudice relativo al comportamento antisindacale e le pendenze con la Giustizia Ordinaria non sono finite.
Una domanda sorge spontanea. Perchè l’Amministrazione scolastica non ha preso mai alcun provvedimento nei confronti del detto Dirigente?

Il Coordinatore provinciale

prof. Raffaele Brafa

In questo articolo