Immissioni in ruolo docenti, i posti disponibili dopo i trasferimenti

214

Dopo le rettifiche e gli annullamenti della mobilità docenti, gli Uffici scolastici hanno già pubblicato gli esiti corretti. A partire da questi esiti, come segnala il sindacato Flc Cgil, è possibile dare uno sguardo alle previsioni delle immissioni in ruolo 2019.

Immissioni in ruolo 2019: i posti liberi dopo le rettifiche della mobilità

Le rettifiche apportate a livello nazionale a causa del mancato accantonamento territoriale dei posti per i docenti del DM 631/18.

Di seguito i posti disponibili per provincia e classe di concorso

Dalla nuova elaborazione si evince, provincia per provincia, le effettive disponibilità residue che, pur se corrette in relazione ai movimenti verso le sedi, rimangono acquisite alla data di chiusura del sistema SIDI, il 29 maggio scorso.

Bisogna ricordare, che sono ancora possibili ulteriori variazioni ad opera degli uffici scolastici territoriali che, in questi giorni, stanno pubblicando sui propri siti le note riguardanti le classi di concorso in esubero per il prossimo anno scolastico 2019/2020.

Immissioni in ruolo 2019: ecco quanto saranno i posti

Come annunciato in precedenza, il ministro Bussetti ha chiesto al MEF per l’anno scolastico 2019/2020 58 mila posti.

“Ho appena firmato la richiesta al Mef di autorizzazione ad assumere in ruolo 58.627 docenti per il prossimo anno scolastico. Di questi, 14.552 saranno docenti di sostegno”.

“Il nostro obiettivo, ha proseguito il Ministro, è avere tutti gli insegnanti in classe dal primo giorno di scuola. Siamo convinti sia doveroso nei confronti dei nostri ragazzi.
Stiamo lavorando per concludere con largo anticipo tutte le procedure necessarie per avviare il nuovo anno. Abbiamo anticipato di un mese la mobilità degli insegnanti. Ora procederemo rapidamente con le assunzioni e, subito dopo, con le supplenze.
Siamo al lavoro per i nostri studenti, al servizio della scuola”.

FONTE: https://www.tecnicadellascuola.it/immissioni-in-ruolo-docenti-i-posti-disponibili-dopo-i-trasferimenti

In questo articolo