Fioramonti: 100 euro in più ai docenti, concorsi diversi e via il cartellino

235

Il neo ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti spiega a Il Corriere della Sera quali saranno i prossimi provvedimenti sulla scuola che intende attuare.

Sedi esami
sedi di esami

Vorrei cambiare i meccanismi dei concorsi che sono troppo farraginosi e complessi. Poi serve per gli insegnanti un sistema di formazione continua che li aiuti a stare al passo con l’evoluzione della società e della didattica – afferma Fioramonti – La scuola deve recuperare le esperienze internazionali migliori a partire da quella finlandese, poi il modello Montessori, don Milani, l’esperienza di Reggio children: una scuola in cui i ragazzi vadano volentieri perché imparano divertendosi“.

Prosegue poi il neo ministro: “È dimostrato da studi economici. Per esempio per i donatori di sangue: molti lo fanno perché ritengono che sia una funzione sociale. Quando si paga chi dona il sangue, diminuisce il numero dei donatori. Per questo penso a riconoscimenti, premi, apprezzamenti da parte dei genitori, della comunità che riconosca il loro fondamentale ruolo. Lo stesso vale per i presidi: no ad atteggiamenti punitivi. Il governo precedente voleva che timbrassero il cartellino, noi aboliremo questa norma“.

perfezionamenti
corsi di perfezionamenti annuali

Tra i provvedimenti che il ministro intende inserire nella prossima legge di bilancio anche l’aumento di stipendi per gli insegnanti: “È necessario dare un riconoscimento agli insegnanti. Penso ad un aumento mensile a tre cifre, cento euro. Con questo investiremmo più della metà dei due miliardi. Il resto sarà per investimenti: da subito istituirò un ufficio al Miur per accompagnare le scuole e gli enti locali nel percorso per la ristrutturazione degli edifici scolastici“.

fonte: https://www.orizzontescuola.it/fioramonti-100-euro-in-piu-ai-docenti-concorsi-diversi-e-via-il-cartellino/

In questo articolo