Neoimmessi 2019/20: Scheda di riepilogo delle cinque fasi del percorso di formazione

140

Il MIUR, con nota prot. 39533 del 04.09.2019, ha fornito indicazioni sull’articolazione del percorso formativo da realizzare nell’a.s. 2019/2020.
Significative, inoltre, appaiono le azioni che i neo-assunti devono compiere sulla piattaforma INDIRE, come l’elaborazione di un proprio bilancio di competenze e la costruzione di un portfolio di documentazione e riflessione sull’attività didattica.

Personale tenuto all’anno di formazione e di prova

anno di prova docenti

 

La struttura

È confermata la durata complessiva del percorso, quantificato in 50 ore di impegno, considerando sia le attività formative in presenza, l’osservazione in classe, la rielaborazione professionale, mediante gli strumenti del “bilancio di competenze”, del “portfolio professionale”, del patto per lo sviluppo formativo, secondo modelli che saranno forniti da INDIRE su supporto digitale on line.

Prima fase: incontri informativi e di accoglienza   Corsi di perfezionamento per docenti da 60Cfu

Primo incontro (3 h)

Nel corso dell’incontro formativo propedeutico, aperto, su richiesta, anche ai tutor saranno fornite indicazioni sulle diverse fasi del percorso di formazione e si illustreranno i materiali didattici di supporto alla corretta gestione delle attività.

Seconda fase: laboratori in presenza

Laboratori formativi dedicati (12 h)
– I laboratori saranno articolati in incontri in presenza della durata complessiva di 12 ore; saranno progettati a livello di singola scuola polo, sulla base delle tematiche indicate dal D.M. n. 850/2015, dedicando una specifica attenzione ai temi dell’educazione alla sostenibilità.

– Si caratterizzano per l’adozione di metodologie attive e per i contenuti strettamente attinenti all’insegnamento.
– La documentazione prodotta e i materiali didattici, realizzati dai docenti neoassunti nel corso delle attività laboratoriali, confluiranno nel Portfolio professionale del docente.

Aree Trasversali
•nuove risorse digitali e loro impatto sulla didattica
•gestione della classe e problematiche relazionali
•valutazione didattica e valutazione di sistema
•bisogni educativi speciali
•contrasto alla dispersione scolastica
•inclusione sociale e dinamiche interculturali
•orientamento e alternanza scuola-lavoro

Terza  fase: formazione a distanza

Formazione on line (20 h)

Al fine di supportare le attività laboratoriali e di documentare le esperienze formative, la piattaforma INDIRE offrirà utili materiali didattici Master il ruolo del dirigente scolasticoe strumenti finalizzati all’analisi, alla riflessione e alla documentazione del percorso formativo, attraverso un ambiente digitale dedicato. La durata della formazione on line è stimata forfettariamente in 20 ore.

Quarta fase: peer to peer

Osservazione reciproca in classe (12 h)
Il peer to peer, realizzato dal docente neoassunto e dal mentore (tutor), è finalizzato al miglioramento delle pratiche didattiche, alla riflessione condivisa su aspetti fondamentali dell’azione di insegnamento, al confronto e supporto su aspetti concernenti l’organizzazione scolastica nel suo complesso.

Articolazione

Progettazione condivisa (3 h)

E’ il momento dedicato al raccordo preventivo, in cui i due docenti concordano i tempi e le modalità della presenza in classe, gli strumenti utilizzabili, le forme di gestione delle attività.

Osservazione 1 (4 h)

Il docente neoassunto realizza l’osservazione nella classe del suo mentor nel corso dell’attività didattica.

Osservazione 2 (4 h)

Il docente mentor realizza l’osservazione nella classe del neoassunto nel corso dell’attività didattica.

Valutazione (1h)

L’ora di valutazione è svolta tra i due docenti al termine dell’osservazione condivisa.

Quinta  fase: incontri di verifica

Evento finale (3 h)
L’incontro formativo finale, organizzato in forma di evento di carattere professionale, sarà finalizzato a compiere una valutazione complessiva dell’attività svolta, anche attraverso il coinvolgimento e le testimonianze di esperti, di Dirigenti scolastici e tutor degli anni precedenti.

Le visite nelle «scuole innovative»

Su base volontaria e senza alcun onere per l’Amministrazione, circa 3.000 docenti in Italia visiteranno scuole accoglienti. Le visite, organizzate a cura dell’USR di concerto con i poli formativi, saranno realizzate  per piccoli gruppi di docenti e avranno lo scopo di suscitare motivazioni, interesse, desiderio di impegnarsi in azioni di ricerca e di miglioramento.Corsi singoli universitari ecampus

Ricordiamo che  PSN ha creato il gruppo di studio fb  PSN – Formazione Docenti  per essere d’aiuto e supporto a tutti i docenti neoimmessi, ormai diventato riferimento anche per i docenti-tutor e la piattaforma dedicata con una raccolta di file prodotti dai docenti e generosamente condivisi, che riguardano i compiti da svolgere sulla piattaforma indire. Oltre ai bilanci iniziali delle competenze, da oggi ci saranno gli esempi di esperienze da inserire nel curriculum formativo, la progettazione delle attività e perfino i file che descrivono le stesse attività, una volta realizzate. Consulta  i materiali: LINK

Fonte: www.professionistiscuola.it

Articoli Correlati

Neoimmessi 2019/20 nota MIUR: attività da svolgere e chiarimenti per i docenti interessati

Neoimmessi 2017 2018. Guida rapida di PSN per affrontare l’anno di prova. Puntata n°4 . “ L’attività didattica”

Neoimmessi 2017 2018: Guida rapida di PSN per affrontare l’anno di prova. Puntata n° 3 “I laboratori formativi”

Neoimmessi 2017 2018. Guida rapida di PSN per affrontare l’anno di prova. Puntata n°2. “Il Curriculum Formativo”

Neoimmessi 2017 2018: Guida rapida di PSN per affrontare l’anno di prova. Puntata n° 1 “Il Bilancio Iniziale delle Competenze”

Neoimmessi 2017/18: Anno di prova, esempio completo portfolio, bilancio iniziale e finale, registro peer to peer

Neoimmessi 2017: Ultimi passi in piattaforma: Bilancio finale, Bisogni formativi futuri e questionari

In questo articolo