Decreto scuola: ancora da risolvere terza annualità nel 2019/20 e servizio sostegno

380

Dopo la notizia della firma del decreto “salvaprecari bis”, del quale attendiamo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il primo partito a manifestare perplessità è il PSI.

Sedi esami
sedi di esami

“Se può essere comprensibile la richiesta di laurea per poter partecipare al concorso per DSGA e anche la possibilità di partecipare per l’abilitazione per i docenti che hanno lavorato nelle scuole paritarie – scrive Luca Fantò Referente nazionale PSI scuola –  noi socialisti altro avevamo chiesto venisse inserito nel provvedimento.

Ad esempio che nel computo delle tre annualità venisse compreso anche l’anno scolastico 2019/20, nel caso di soggetti che hanno la nomina annuale fino al 30 giugno o al 31 agosto o che fosse reso esplicito il significato da attribuire all’art. 1 co. 5 lett b) “nella specifica classe di concorso”, ove con tale locuzione possano determinarsi esclusioni dei docenti, che hanno prestato servizio su cattedre di sostegno in virtù dello scorrimento incrociato delle graduatorie di istituto delle relative discipline.

perfezionamenti
corsi di perfezionamenti annuali

Il PSI nei prossimi giorni lavorerà per predisporre ulteriori e opportune modifiche al Decreto.

Problematiche che non mancheranno di essere messe in evidenza da numerosi emendamenti, nel momento in cui il provvedimento sarà calendarizzato.

Il Segretario Generale Snals Elvira Serafini aveva fatto ai nostri microfoni un elenco di quello che ancor manca nel decreto

Consegui 24 cfu
Consegui 24 cfu

Sui diplomati magistrale sindacati e Miur hanno raggiunto un accordo,ma il testo dovrà essere presentato nel primo provvedimento legislativo utile. I docenti interessati si aspettano di trovarlo proprio nel decreto scuola.

FONTE: https://www.orizzontescuola.it/decreto-scuola-ancora-da-risolvere-terza-annualita-nel-2019-20-e-servizio-sostegno/

In questo articolo