Concorsi a cattedra ordinario e straordinario presto banditi: parere CSPI in 7 giorni. Ma prove non prima dell’estate, a meno di concorso per soli titoli

293

Varato ieri il Decreto scuola contenente misure per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Indicazioni anche per i concorsi a cattedra che potranno essere banditi in tempi brevi. Ma limitazioni sono state date circa la tempistica di esecuzione delle prove concorsuali.

Bando durante emergenza

Il testo del Decreto scuola permette al Ministero di poter bandire i concorsi a cattedra anche in fase di emergenza sanitaria. Il provvedimento è stato bandito nella giornata di ieri dal Consiglio dei Ministri.

Nodo CSPI

In una prima bozza del Decreto, veniva esclusa la necessità di attendere il parere del CSPI per pubblicare i bandi, con la giustificazione dell’emergenza sanitaria. Misura modificata in seconda battuta. Infatti, nel testo definitivo si prevede che l’organo collegiale possa rendere il proprio parere nel termine di sette giorni dalla richiesta da parte del Ministero dell’istruzione.Master glottodidattica infantile

Il CSPI, quindi, potrebbe esprimere parere sui testi dei bandi che saranno pubblicati.

Procedura concorsuali rimandate di due mesi

Anche se i bandi potranno essere pubblicati in tempi ristretti, diversa è la situazione riguardante le procedure concorsuali. Infatti, in un secondo dispositivo varato sempre ieri dal Consiglio dei Ministri, “lo svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso al pubblico impiego, ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica, sono sospese per sessanta giorni a decorrere dall’entrata in vigore del presente decreto”.

L’inghippo potrebbe, quindi, essere risolto e consentire di avviare il prossimo anno scolastico con nuovo personale in ruolo solo se i concorsi venissero trasformati in competizione per soli titoli. Proposta avanzata da più parti sindacali e politiche soprattutto per quel che riguarda il concorso straordinario.

Scelta di carattere politico, che potrebbe essere agevolata se il CSPI esprimesse un parare in tale direzione.

Fonte: https://www.orizzontescuola.it/concorsi-a-cattedra-ordinario-e-straordinario-presto-banditi-parere-cspi-in-7-giorni-ma-prove-non-prima-dellestate-a-meno-di-concorso-per-soli-titoli/

In questo articolo