Neoassunti, vincolo quinquennale bocciato dal tribunale

288

Master per il completamento della classe di concorso area matematica e fisicaPrimo storico provvedimento emesso da un Tribunale avverso l’illegittimo vincolo quinquennale. Il Tribunale di Palmi , con decreto inaudita altera parte  ha accolto il ricorso dell’avvocato Vincenzo La Cava ordinando di consentire al ricorrente la partecipazione alla procedura di mobilità interprovinciale docenti 2020/2021, bandita con ordinanza n. 182 del 23.3.2020.

Il docente a partecipato alla procedura concorsuale indetta ai sensi del DDG N. 85/2018 (DM 631/2018) (doc. 1, 1a) per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola secondaria di primo e secondo grado classe a060 tecnologia.

Il caso ha riguardato un docente immesso in ruolo in data 01.09.2019 presso CPIA di Vibo Valentia (VV) ed attualmente in servizio, sino al 30.06.2020, quale docente di sostegno Scuola Secondaria di I grado presso l’I.C. “Capoluogo Brogna” di Polistena e sottoposto al vincolo quinquennale come disposto con ordinanza ministeriale.

L’ordinanza ministeriale 182/2020 sulla mobilità per l’a.s. 2020/2021 prevede evidenti discriminazioni tra docenti ammessi al FIT entro il 31 agosto 2018 e docenti nominati in ruolo dopo il 31 agosto 2018.

Il vincolo riguarda i docenti ex fit del concorso riservato 2018 che sono stati nominati in ruolo , in base a graduatorie approvate dopo il 31.8.2018 ed entro il 31 dicembre 2018 nell’anno 2019 con decorrenza giuridica ed economica da 1.9.2019 in base all’art. 13 della legge 59/2017 come modificata dalla legge finanziaria 145/2018 in vigore dall’1.1.2019.

Più precisamente l’ordinanza attuativa del ccni 2020/2021 pubblicata il 23 marzo 2020 prevede un blocco quinquennale sulla scuola di assunzione, in relazione a quanto stabilito dalla Legge di Bilancio del dicembre 2018, che non permette la mobilità territoriale e professionale per 4 anni successivi alla assunzione:consegui 24 cfu

– per tutti i docenti neo immessi in ruolo l’1/9/2019 individuati dalla graduatoria regionale del concorso straordinario di I e II grado del 2018 (DDG 85/2018);

– per tutti i docenti neo immessi in ruolo l’1/9/2019 sempre individuati dalle graduatorie regionali del concorso straordinario di I e II grado (DDG 85/2018) pubblicate dopo il 31/08/18 ed entro il 31/12/18 ai quali era stato accantonato un posto nella precedente mobilità perché individuati a seguito del D.M. 631/2018.

In particolare, per i docenti immessi in ruolo ex DM 631/2018 (cd. FIT) successivamente al 1 settembre 2019, è previsto l’obbligo di permanenza quinquennale sulla sede, a differenza di coloro che, pur avendo partecipato alla medesima procedura concorsuale, sono stati immessi in ruolo precedentemente, ma le cui graduatorie sono state pubblicate in data successsiva al 31.8.019. (Fonte Dirittoscolastico.it)

Fonte: https://www.oggiscuola.com/web/2020/04/20/neoassunti-vincolo-quinquennale-bocciato-dal-tribunale/

In questo articolo