Concorso straordinario: la bozza del bando. Tutte le novità e 60 quiz in 60 minuti

232

Concorso straordinario: la bozza del bando. Tutte le novità e 60 quiz in 60 minuti

Concorso straordinario secondaria: ci saranno due procedure, una per il ruolo (24.000 posti) e una per il conseguimento dell’abilitazione.  La procedura straordinaria è indetta a livello nazionale ma si potrà scegliere solo una regione per la quale partecipare.

Per poter accedere al concorso occorre:

a. aver svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, tra l’anno scolastico 2008/09 e il 2019/20. Il servizio svolto su posto di sostegno, anche in assenza di specializzazione, è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso, fermo restando quanto previsto alla lettera b).

b.aver svolto almeno una annualità di servizio, tra quelle di cui alla lettera a), nella specifica classe di concorso per la quale si sceglie di partecipare. E’ possibile far valere il servizio dell’anno scolastico 2019/20, purché entro il 30 giugno 2020 si raggiunga il requisito dell’annualità. Il servizio prestato sulla classe di concorso A-29 è ritenuto valido ai fini della partecipazione per la classe di concorso A-30 e il servizio prestato sulla classe di concorso A-66 è ritenuto valido ai fini della partecipazione alla classe di concorso A-41, purché congiunto al possesso del titolo di studio di cui alla lettera c.

c. titolo di studio di accesso idoneo per la classe di concorso scelta.

I docenti di ruolo delle scuole statali possono partecipare alla procedura  in deroga al requisito di cui al comma 1, lettera b), purché in possesso dei requisiti di cui alle lettere a) e c);

Il servizio di cui al comma 1, lettere a) e b), è valido solo se prestato, anche cumulativamente: a. presso le istituzioni statali e paritarie; b. nell’ambito dei percorsi di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76, relativi al sistema di istruzione e formazione professionale, purché, nel caso dei predetti percorsi, il relativo servizio sia stato svolto per la tipologia di posto o per gli insegnamenti riconducibili alle classi di concorso di cui all’articolo 2 del decreto del Presidente della Repubblica 14 febbraio 2016, n. 19 e successive modificazioni, incluse le classi di concorso ad esse corrispondenti ai sensi del medesimo articolo 2.

Sono ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito all’estero il titolo di accesso alla classe di concorso, abbiano comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento ai sensi della normativa vigente, entro il termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura. Si può partecipare per una sola classe di concorso E’ possibile scegliere un’unica regione e  una sola classe di concorso per la quale si posseggano i requisiti richiesti. I candidati possono presentare istanza di partecipazione alla procedura a partire dalle ore 09.00 del 28 maggio 2020, fino alle ore 23.59 del 3 luglio 2020 (date da confermare). Per la partecipare è richiesto un contributo di segreteria di 15 euro.

La procedura straordinaria  consiste in una prova scritta computer based  composta da 60 quesiti a risposta multipla della durata di 60 minuti La prova ha per oggetto il programma di cui all’ Allegato A, in cui sono riportate le parti dei programmi relativi al concorso ordinario per titoli ed esami oggetto della prova scritta, come modificati ai sensi dell’articolo 1, commi 9 lettera d) e 10 del Decreto-Legge. Per le classi di concorso di lingua straniera la prova scritta si svolge interamente nella lingua stessa.Corsi di perfezionamento per docenti da 60Cfu

La prova è costituita da 60 quesiti a risposta chiusa con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti: a. competenze disciplinari relative alla classe di concorso: 40 quesiti; b. competenze didattico/metodologiche: 20 quesiti.

La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti.

Il punteggio minimo per superare la prova è 42/60.

La commissione, preso atto e verbalizzato il risultato della prova scritta, procede alla compilazione di elenchi non graduati, distinti per classe di concorso, in cui sono inclusi i soggetti che hanno conseguito alla prova  il punteggio minimo di 42 punti su 60. I docenti inseriti nell’elenco non graduato  acquisiranno l’abilitazione al compimento di quanto previsto dall’articolo 1, comma 13, lettera c), del predetto Decreto-Legge, a decorrere dall’anno scolastico 2020/21, su tutto il territorio nazionale.

Il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento non dà diritto a essere assunti alle dipendenze dello Stato.

Fonte: www.oggiscuola.com

Corsi singoli universitari ecampus

In questo articolo