Scuola, servono 260.000 supplenti: Gps e Call veloce hanno fatto flop. Azzolina: cattedre coperte entro il 24

266

Mancano i docenti, ne mancano in centinaia di migliaia, e difficilmente si riuscirà a risolvere il problema in pochi giorni.

Master per il completamento delle classi di concorso
Master per il completamento delle classi di concorso

Le graduatorie provinciali, su cui aveva puntato fortemente la Azzolina, si stanno rivelando un pozzo senza fine di errori e di ricorsi amministrativi. I pensionati vengono sostituiti con sfibrante lentezza e sono migliaia gli istituti che sono partito con un orario ridotto di quattro ore e non si ipotizza un allargamento delle lezioni per il prossimo mese.

Il primo dato che mostra il fallimento delle politiche di arruolamento scolastico per il 2020-2021 è quello degli assunti in pianta stabile. I dati sono praticamente fermi. Quest’anno su 84.808 assunzioni determinate dal governo, alla fine ne sono state fatte 24.400: il 28,8 per cento.

perfezionamenti
corsi di perfezionamenti annuali

Di docenti in ruolo, si vede, mancano 60 mila insegnanti. A questi si aggiungono i pensionati che dal primo settembre scorso sono stati 39.000, superiori alle previsioni del ministero dell’Istruzione…  – Questo è quanto si legge nel più ampio articolo del 16 settembre 2020, pubblicato da oggiscuola.it (fonte notizia). https://www.oggiscuola.com/web/2020/09/16/scuola-servono-260-000-supplenti-gps-e-call-veloce-hanno-fatto-flop-azzolina-cattedre-coperte-entro-il-24/

In questo articolo