Nuovo Dpcm: da Gennaio ipotesi turni pomeridiani a scuola

780

Nuovo Dpcm: da Gennaio ipotesi turni pomeridiani a scuola.

Dal testo del nuovo DPCM emergono importanti novità per quanto riguarda la scuola, che dal 2021 potrebbe stravolgere gli orari dell’attività didattica. Dal 7 Gennaio come sappiamo rientrano in classe anche gli alunni delle scuole superiori. Scongiurata l’ipotesi dunque di un ritorno di pochi giorni prima della fine di quest’anno, come si auguravano invece il Premier Conte e la Azzolina.

Il ritorno in aula degli alunni delle superiori determina inevitabilmente degli interventi nel settore trasporti e nello scaglionamento degli ingressi. Per garantire le misure di sicurezza ed evitare una terza ondata dovranno essere rimodulati gli orari di ingresso e uscita dei ragazzi e di conseguenza cambieranno quindi anche gli orari di lavoro dei docenti e del personale ATA. C’è l’ipotesi che vengano fatti dei doppi turni, la mattina e il pomeriggio, in modo da evitare che i mezzi pubblici siano presi d’assalto solo in determinate fasce orarie. Le scuole avranno un mese di tempo per capire come impostare la rimanente parte dell’anno scolastico, anche se rimane comunque possibile, ricordiamo, il ricorso alla didattica digitale integrata.

Ma vediamo nel dettaglio cosa dice a tal proposito il testo del nuovo Dpcm: “Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, in modo che il 100 per cento delle attività siano svolte tramite il ricorso alla didattica digitale integrata e che, a decorrere dal 7 gennaio 2021, al 75 per cento della popolazione studentesca delle predette istituzioni sia garantita l’attività didattica in presenza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata. L’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza”.

Riguardo specificatamente all’ipotesi turni pomeridiani da Gennaio, il testo del Dpcm dice che “le scuole secondarie di secondo grado modulano il piano di lavoro del personale ATA, gli orari delle attività didattiche per docenti e studenti, nonché degli uffici amministrativi, sulla base delle disposizioni della presente lettera”.

 

 

In questo articolo