Concorso Docenti IRC, chiesto incontro al Ministero dopo l’intesa con la CEI del 14 dicembre

181

La CISL Scuola ha inviato al Ministero dell’Istruzione, insieme alle altre organizzazioni sindacali, una richiesta di incontro urgente sul concorso per gli Insegnanti di Religione Cattolica, alla luce dell’Intesa fra Ministero e CEI siglata il 14 dicembre. L’Intesa costituisce atto preliminare al bando di concorso, come previsto dall’articolo 1 bis del d.l. 126/2019 convertito nella legge 159/2019.

Master per il completamento delle classi di concorso
Master per il completamento delle classi di concorso

Rispetto ai contenuti della norma la CISL Scuola ha manifestato fin da subito la propria insoddisfazione e avanzato proposte emendative che purtroppo non sono state accolte.

Non essendo stata attivata da ormai sedici anni alcuna procedura per l’assunzione in ruolo dei docenti IRC, sarebbe stato necessario prevedere un canale riservato a quanti insegnano da molto tempo, costituito da una graduatoria per titoli e un’eventuale prova non selettiva, analogamente a quanto è già avvenuto per gli abilitati di ogni ordine e grado. La norma vigente prevede invece solo una riserva fino al 50% dei posti per i Docenti che hanno maturato un servizio di almeno 36 mesi.

borse di studio neodiplomati
Borse di studio per i neodiplomati

Articolazione del concorso, punteggi e tabella di valutazione dei titoli saranno definiti dal Ministero tenendo conto che i partecipanti dispongono già dell’idoneità, condizione che viene ribadita come necessaria per l’insegnamento della religione cattolica: ciò significa che i docenti I. R.C sono, nella sostanza, già in possesso della specifica abilitazione e di questo occorrerà tener conto nel bando di concorso… – Per approfondire l’argomento, continua a leggere la più ampia news pubblicata il 16 dicembre 2020, cliccando su  cislscuola.it (fonte notizia)

In questo articolo