Stabilizzazione dei precari. Bianchi: “Ragioniamo col Mef su come assumerli”

267

Stabilizzazione dei precari. Bianchi: “Ragioniamo col Mef su come assumerli”.

Riguardo il tema della stabilizzazione dei precari sono arrivate oggi dichiarazioni importanti da parte di Patrizio Bianchi, che apre all’assunzione regolare e continua. Ma per farlo si sta cercando di ragione sulle modalità con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

“Abbiamo il tema del transitorio: come recuperare coloro che hanno accumulato esperienza e che hanno bisogno di stabilità – afferma il Ministro – Su quasi 500 mila posti comuni, abbiamo oltre 200 mila docenti a tempo determinato con situazioni diverse: la cosa sbagliata e trattarli tutti allo stesso modo, sono persone con esperienze, titoli e esperienze diverse. Stiamo ragionando col Mef per capire come riconoscere titoli e merito diversi e permettere di far confluire queste persone all’interno di una visione stabile per far partire la macchina di una assunzione regolare e continua”.

Tramite la propria pagina facebook il sottosegretario all’istruzione Rossano Sasso parla dell’impegno preso da Bianchi davanti alle commissioni Cultura di Camera e Senato e si assume come Lega il compito di vigilare affinché venga fatto il possibile per risolvere la situazione.

“Centinaia di migliaia di docenti – scrive Sasso – che quotidianamente assicurano il regolare svolgimento delle lezioni scolastiche, aspettano da anni una soluzione dignitosa e la fine di uno stato di cose che ha portato l’Italia a subire diverse procedure di infrazione da parte dell’Unione europea. Su ampi settori della scuola si è abbattuto nel recente passato il furore ideologico di marca grillina: dalla mancata stabilizzazione dei precari all’introduzione del vincolo quinquennale, tanto per citare un paio di clamorosi esempi. Una deriva che si è fortunatamente interrotta con il cambio al vertice del ministero dell’Istruzione e con l’ingresso della Lega nel Governo di unità nazionale presieduto da Mario Draghi. Ora bisogna avere il coraggio di segnare in maniera ancora più netta le differenze con le politiche precedenti e di mettere fine a una stagione fallimentare per il mondo della scuola. La Lega è tra le forze di maggioranza che su questo tema possono assicurare una fondamentale convergenza. Di sicuro, non siamo disposti a restare a guardare mentre un solo partito cerca di tenere in ostaggio un intero Governo”.

 

 

 

Potrebbe interessarti anche: https://www.orizzontedocenti.it/2021/05/03/piano-scuola-estivo-quanto-percepiranno-docenti-e-tutor/

 

 

 

Guarda i nostri corsi: https://www.orizzontedocenti.it/universita-telematica/

 

 

In questo articolo