Concorso STEM, molti i bocciati durante la prima giornata: quesiti difficili

1194

diplomati itp, laurea e 24 cfuMolti candidati non sono riusciti a passare la prova scritta del concorso STEM. Secondo i feedback da parte di diversi candidati, la prova scritta si sarebbe rivelata parecchio ardua. Numerosi i neolaureati e gli insegnanti precari che hanno partecipato alla prova con la speranza di un posto a tempo indeterminato nel mondo della scuola, ma che purtroppo non ce l’hanno fatta. Questo si è veriicato un po’ in tutte le sedi italiane in cui si sono svolte le prove. In data 2 luglio si sono svolte le prove per A026 (Matematica). Nel pomeriggio si è andati avanti con A041 (Scienze e tecnologie informatiche).

Concorso STEM: selezione difficile per Matematica

Riguardo Matematica, la selezione sarebbe stata abbastanza severa. In molti non sono riusciti a passare la prova computer based consistente in cento domande a risposta multipla. Sono stati dati cento minuti per ultimare la prova scritta. Ida Balzano, dirigente scolastica di una delle sedi romane in cui si è svolta la prova, ha confermato come anche nella sua provincia i bocciati sono stati un numero consistente. La professoressa Balzano ha dichiarato a Orizzonte Scuola: “I candidati hanno riferito che i quesiti erano piuttosto difficili e infatti la percentuale di candidati che non hanno superato la prova è stata alta. Abbiamo avuto circa il 30% stamattina e circa il 33% oggi pomeriggio” e poi ancora: “Ci sono stati molti assenti. Molti candidati hanno detto che hanno avuto poco preavviso per prepararsi. Ecco perché allora si sono presentati chi si sentiva più preparato”.

La testimonianza di una candidata che ce l’ha fatta

Orizzonte Scuola ha però proposto anche la testimonianza di una ragazza che è riuscita a superare la prova, sempre in provincia di Roma: “Ho superato lo scritto, ora vediamo l’orale. Io non sono precaria, ma lavoro da un’altra parte. Il test era difficile … Difficile organizzarmi? Beh, ho preso un giorno di ferie”. Riguardo alle domande, la candidata ha spiegato: “Alcune erano molto specifiche, quindi erano cose o che avevi studiato, insomma, molto bene, in profondità, oppure non le azzeccavi”.

Riguardo alla sua città di provenienza, la ragazza ha affermato di essere romana. Sono stati davvero in pochi a fare il concorso a Roma. La candidata ha detto di non essere poi così sorpresa in quanto: “La domanda è stata fatta un anno fa, la gente magari si è anche scordata di questo concorso … Era una cosa a cui stare dietro, sennò te lo potevi scordare facilmente”. Coloro che hanno superato la prova computer based non possono certo cantare già vittoria: all’orizzonte si para la prova orale, ultima prevista per questa procedura concorsuale.

Quando le prove orali?

I candidati che hanno superato la prova scritta verranno contattati dall’Ufficio Scolastico Regionale, che comunicherà loro il voto preso alla prova computer based, la sede, la data e l’ora di svolgimento della prova orale. L’USR dovrà comunicare tali informazioni almeno venti giorni prima dello svolgimento della prova stessa. I venti giorni precitati sono il termine minimo. Secondo alcune indiscrezioni riportate da vari portali, come Studentville, coloro che hanno svolto la prova scritta i primi giorni, faranno l’orale a fine luglio, mentre chi sosterrà la prova negli ultimi giorni la svolgeranno a metà agosto.

recupera gli anni scolastici e consegui il diploma

In questo articolo