Avvio anno scolastico, 350 milioni alle scuole per formazione docenti e ATA, mascherine, dad, psicologi. NOTA

255

350 milioni di euro alle scuole per l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2021/22. Le risorse arrivano dal decreto Sostegni bis. Con la nota 907 del 24 agosto il ministero dell’Istruzione fornisce le indicazioni per le istituzioni scolastiche, su come in particolare, a titolo esemplificativo, potranno essere utilizzati i fondi messi a disposizione.

perfezionamenti
corsi di perfezionamenti annuali

per quanto concerne la lettera a), che prevede l’“acquisto di servizi professionali, di formazione e di assistenza tecnica per la sicurezza nei luoghi di lavoro, per la didattica a distanza e per l’assistenza medico-sanitaria e psicologica nonché di servizi di lavanderia e di rimozione e smaltimento di rifiuti”, alcuni esempi:

  • servizi di formazione e aggiornamento del personale, con riferimento all’adozione e applicazione del lavoro agile (anche per il personale ATA nel rispetto delle relative mansioni), alla didattica a distanza, alla sicurezza sui luoghi di lavoro per la ripresa
  • dell’attività scolastica in modo adeguato rispetto alla situazione epidemiologica;
  •  servizi professionali e di assistenza tecnica per la sicurezza sui luoghi di lavoro, per la didattica a distanza e per l’assistenza medico-sanitaria e psicologica;
  •  servizi di lavanderia;
  • servizi di rimozione e smaltimento di rifiuti, anche speciali;

b) “l’acquisto di dispositivi di protezione, di materiali per l’igiene individuale e degli ambienti nonché di ogni altro materiale, anche di consumo, utilizzabile in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID19”:

Master per il completamento delle classi di concorso
Master per il completamento delle classi di concorso
  •  fornitura di dispositivi di protezione e di materiali per l’igiene individuale (a titolo esemplificativo, mascherine FFP2, FFP3, ove ve ne sia effettiva necessità, guanti monouso, gel disinfettanti);
  •  fornitura di prodotti di igiene degli ambienti (a titolo esemplificativo, disinfettanti per arredi, per pavimenti);
  • fornitura di ogni altro materiale, anche di consumo, in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID-19 (a titolo esemplificativo: pannelli in plexiglass, kit pronto soccorso, macchinari per pulizie);

c) “interventi in favore della didattica degli studenti con disabilità, disturbi specifici di apprendimento e altri bisogni educativi speciali”: acquisto di piattaforme e strumenti digitali di supporto al recupero delle difficoltà di apprendimento, anche per la didattica a distanza, per studenti con disabilità, disturbi specifici di apprendimento ed altri bisogni educativi speciali;

d) “interventi utili a potenziare la didattica, anche a distanza, e a dotare le scuole e gli studenti degli strumenti necessari per la fruizione di modalità didattiche compatibili con la situazione emergenziale nonché a favorire l’inclusione scolastica
e ad adottare misure che contrastino la dispersione scolastica”

ed e) “acquisto e utilizzo di strumenti editoriali e didattici innovativi”):

  •  acquisto e/o noleggio, di dispositivi digitali e di connettività per gli studenti meno abbienti, anche con eventuale possibilità di rimborso del costo dell’abbonamento per la connettività per la durata dell’emergenza (a titolo esemplificativo, notebook, personal computer, tablet);
  • acquisto e/o noleggio e leasing di hardware, comprensivi di servizi di installazione e
    formazione per utilizzo;
  • servizi di manutenzione di hardware, software e altri sistemi informatici;
  • acquisto licenze software;
  • acquisto e/o noleggio e leasing attrezzature per l’adeguamento dei laboratori per le nuove modalità didattiche compatibili con la situazione emergenziale (a titolo esemplificativo, attrezzature per laboratori scientifici, attività agro-alimentare);
  • acquisto biglietti per visite guidate virtuali (a titolo esemplificativo, musei, gallerie d’arte);
  • fornitura di strumenti editoriali e didattici innovativi

f) spazi:

  • servizi di progettazione degli spazi didattici per garantire le condizioni di sicurezza rispetto alla situazione epidemiologica;
  •  fornitura di arredi scolastici, anche con riferimento alla didattica a distanza (a titolo esemplificativo, banchi modulari componibili);
  • servizi di progettazione e gestione delle aree esterne per garantire le condizioni di sicurezza rispetto alla situazione epidemiologica (a titolo esemplificativo, adeguamento e gestione delle aree verdi);
  • servizi di progettazione e fornitura di apposita segnaletica per garantire la ripresa dell’attività scolastica in condizioni di sicurezza rispetto alla situazione epidemiologica;
  • fornitura e installazione di prodotti per la sorveglianza (a titolo esemplificativo, videocamere e monitor);
  • piccola manutenzione e servizi di pulizia straordinaria, sanificazione e disinfestazione;
  •  servizi di manutenzione degli arredi e attrezzature (a titolo esemplificativo, attrezzature laboratori, attrezzature palestra);
  • altri interventi di adattamento di spazi interni ed esterni e delle loro dotazioni allo svolgimento dell’attività didattica in condizioni di sicurezza

NOTA

 

FONTE: https://www.orizzontescuola.it/avvio-anno-scolastico-350-milioni-alle-scuole-per-formazione-docenti-e-ata-mascherine-assistenza-medica-psicologica-nota/

In questo articolo