Anno di prova 2021/22, quale differenza tra ruolo GM e GPS?

137

scuola superiore di mediazione linguisticaAnno di prova a.s. 2021/22, differenze tra immissioni da Graduatorie di Merito e assunzioni dalla I fascia GPS ed elenchi aggiuntivi.

I docenti neo-immessi in ruolo sia dalle Graduatorie di Merito concorsuali che dalle Graduatorie Provinciali anche per l’a.s. 2021/22 dovranno affrontare l’anno di prova: solo dopo il superamento di questo periodo di formazione avranno la conferma del ruolo. In attesa di indicazioni ufficiali ministeriali che regolamentino l’anno di prova per il 2021/22 (anche se non dovrebbero esserci sostanziali novità) ne individuiamo delle caratteristiche.

Docenti neo-assunti ed anno di prova

Negli interventi dei giorni scorsi alla Camera e al Senato, il Ministro Bianchi ha fatto il punto sulle immissioni ordinarie e straordinarie per l’anno 2021/22: quasi 60 mila nuovi docenti, esattamente 59.425, hanno conseguito il ruolo. Di questi, 46.585, assunti dalle graduatorie di Merito, hanno già firmato un contratto a tempo indeterminato: i restanti 12.840, invece, riguardano la procedura straordinaria prevista dal DL Sostegni Bis.

La normativa attualmente di riferimento è il Decreto Ministeriale DM 850 del 27 ottobre 2015, che dovrebbe essere riaffermato anche per l’anno scolastico appena iniziato. Entrambe le procedure di assunzione prevedono il superamento dell’anno di prova, strutturato in laboratori formativi, attività peer to peer, incontri ed elaborato finale. 180 è il numero minimo di giorni per cui si può ritenere valido l’anno, di cui 120 si devono svolgere per le attività didattiche. In un precedente articolo si sono descritti in dettaglio i requisiti per la validità dell’anno.

Differenza tra ruolo GM e GPSuniversità telematica 2021 2022

Come detto, le immissioni in ruolo per quest’anno scolastico hanno previsto due procedure: le assunzioni dalle Graduatorie di Merito concorsuali e quelle straordinarie dalla I fascia e relativi elenchi aggiuntivi delle Graduatorie Provinciali. Il diverso sistema di nomine comporta differenze in riferimento all’anno di prova per tutti i docenti neo-assunti? La risposta è affermativa: il ruolo da GM già prevede la stipula di un contratto a tempo indeterminato, invece la procedura da GPS conferisce una nomina a tempo determinato. Solo dopo il superamento di un percorso di formazione e prova e di un’ulteriore prova disciplinare, questo contratto a termine si muterà in ruolo.

Quindi il docente assunto da GPS avrà un compito in più: oltre al percorso di formazione annuale prevista e alla prova valutati dal comitato di valutazione interno alla scuola, deve sostenere un’altra prova disciplinare finale. Questa consiste in un colloquio valutato da una commissione esterna: in mancanza di esito positivo, decade la possibilità del ruolo.

recupera gli anni scolastici e consegui il diploma

In questo articolo