“IL FILOSOFO GALIMBERTI CHIEDA SCUSA AI DOCENTI D’ITALIA”. L’INVITO ARRIVA DAL PRESIDENTE DEL SINDACATO NAZIONALE ORIZZONTE DOCENTI (SINOD), ANTONINO BALLARINO

388

ROMA. Il Sindacato Nazionale Orizzonte Docenti (SINOD) replica ad alcune dichiarazioni rese dal filosofo Umberto Galimberti il quale, ospite a ‘In Onda’ su La7, ha attaccato la categoria dei professori sostenendo che “è un problema reale. Mica tutti i professori –ha detto Galimberti- hanno la vocazione all’insegnamento e sono innamorati della scuola. Molti professori sono innamorati dello stipendio e del posto di lavoro. E allora in questa condizione è ovvio che se c’è una buona scusa per non andare a scuola, la si usa… E questo è proprio un inconveniente di aver considerato sempre la scuola, non tanto luogo di educazione dei nostri giovani, quanto piuttosto un luogo di occupazione per i professori. Questo è il grande errore iniziale… L’occupazione dei professori viene prima della capacità dei professori di educare i ragazzi. È questo il problema”.
A replicare e commentare criticamente le dichiarazioni del filosofo Galimberti è il presidente nazionale del SINOD, Antonino Ballarino, sostenendo che «in questi due anni i docenti hanno reinventato una nuova cultura della didattica. E oggi se c’è la DaD è perchè i docenti, sovente senza mezzi o con mezzi propri, sono stati vicini agli alunni. Perché sono proprio i docenti che con la DaD lavorano tutta la giornata, prima per preparare la lezione a distanza e dopo per fare lezione agli alunni. Il problema vero -sottolinea il presidente del Sindacato Nazionale Orizzonte Docenti, Antonino Ballarino- è che oggi parlano di scuola… chi di scuola non sa! L’invito che facciamo dal SINOD al professore Galimberti è quello di chiedere scusa a tutti docenti d’Italia per aver sostenuto che i docenti ‘in molti sono innamorati solo dello stipendio’».

In questo articolo