Concorso straordinario bis, come si svolgerà la prova orale. Non c’è un punteggio minimo

241

Concorso straordinario bis per il ruolo: il Decreto Milleproroghe ha ridato vita ad una procedura molto importante, già prevista dal Decreto Sostegni bis, ma che il Ministero non aveva concretizzato nei tempi previsti. In questo modo verranno recuperati e assegnati ai docenti precari, i posti residui dalle immissioni in ruolo dell’anno scolastico 2021/22.

Si tratta di circa 14.000 posti, da suddividere per classe di concorso e regione. Verosimilmente, non saranno coinvolte tutte le classi di concorso e non in tutte le regioni. Bisogna attendere la distribuzione.

La procedura non è prevista per infanzia e primaria, né per i posti di sostegno.

Possono partecipare sia i docenti precari che di ruolo, purché in possesso dei requisiti richiesti. Sono esclusi

  • i docenti che sono stati assunti dalla procedura art. 59 comma 4 del Decreto sostegni bis da prima fascia GPS ed elenco aggiuntivo, a prescindere dalla tipologia di posto su cui sono stati assunti (se sostegno o classe di concorso)

La timeline prevede

  • bando ad aprile 2022
  • 30 giorni di tempo per presentare la domanda su istanze online
  • formazione commissioni
  • convocazione candidati
  • svolgimento prova orale entro il 15 giugno
  • incarico a tempo determinato per i vincitori dal 1° settembre 2022
  • formazione in collaborazione con le Università (40 ore, 5 CFU) + anno di prova e formazione nell’anno scolastico 2022/23
  • assunzione a tempo indeterminato dal 1° settembre 2023

N.B. Naturalmente uno o più di questi elementi, a partire dalla pubblicazione del bando, potrebbero subìre delle variazioni.

Come si svolgerà la prova orale

Il Ministero propone che la prova sia orale.

La prova dura al max 30 minuti e valuta le competenze disciplinari, nonché la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue ad eccezione dei candidati per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese per i quali la prova si svolge interamente in lingua.

Le commissioni predispongono le tracce, pari a tre volte il numero dei candidati convocati nella singola sessione.

Ciascun candidato estrae la traccia, su cui svolgere la prova, all’atto dell’effettuazione della prova medesima. Le tracce estratte non sono utilizzabili per i successivi sorteggi.

Per la preparazione il Ministero pubblicherà, insieme al Regolamento, l’allegato A con le indicazioni per singola classe di concorso.

I sindacati hanno richiesto di poter effettuare il sorteggio della prova 24 ore prima, in analogia alla prova orale prevista per ilc concomitante concorso ordinario.

La valutazione

La valutazione della prova avviene sulla base di un Quadro di riferimento per la valutazione della prova orale, valido a livello nazionale per la specifica classe di concorso.

Non c’è un punteggio minimo per il superamento della prova: non è prevista la bocciatura.

Come si formerà la graduatoria

La commissione ha a disposizione 150 punti: max 100 punti per la valutazione della prova orale e max 50 punti per la valutazione dei titoli, conseguiti e inseriti entro la data di presentazione della domanda.

La graduatoria sarà formata dai docenti che, in base al punteggio della prova + il punteggio dei titoli si collocheranno nel numero dei posti a bando.

I sindacati hanno richiesto di inserire tutti i docenti in graduatoria, in modo da poter scorrere l’elenco in caso di rinunce e non perdere posti.

N.B. Il testo deve ancora essere sottoposto al parere del CSPI, per cui potrà subìre delle modifiche. Invitiamo i nostri lettori a seguire l’iter e attendere il testo definitivo per la conferma o meno di alcuni dubbi.

FONTE: https://www.orizzontescuola.it/concorso-straordinario-bis-come-si-svolgera-la-prova-orale-non-ce-un-punteggio-minimo/

In questo articolo