Corsi di perfezionamento nella Metodologia CLIL per i docenti in servizio: in arrivo la revisione

144

OPEN DAY 21 Giugno - Rettangolo SocialCon il DDG n. 6 del 16 aprile 2012 sono stati disciplinati gli aspetti caratterizzanti dei corsi di perfezionamento per l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera, secondo la metodologia CLIL, rivolta ai docenti in servizio presso i Licei e gli Istituti Tecnici.

Attenzione: diciamo subito che la riforma riguarda i corsi di perfezionamento da 20 CFU disciplinati dal DDG n. 6 del 16 aprile 2012 che sono rivolti ai soli docenti in servizio. Per una disamina dei vari corsi sulla metodologia CLIL si rinvia a questo articolo.

Tali corsi, che prevedono attività formative per un totale di 20 CFU, sono rivolti ai docenti di discipline non linguistiche dei licei e degli istituti tecnici:

  • a tempo indeterminato
  • a tempo determinato in possesso di abilitazione e inseriti a pieno titolo nelle Graduatorie ad esaurimento (GAE)

Inoltre possono accedere anche i docenti con contratto a tempo indeterminato nelle scuole paritarie ma in tal caso senza alcun onere per lo Stato.

A tali corsi possono accedere:

  • I docenti in possesso di certificazione di lingua di livello almeno C1.corso-di-perfezionamento-in-la-nuova-didattica-per-le-lingue-la-metodologia-clil/
  • I docenti in possesso di certificazione di lingua di livello almeno B2, iscritti a frequentare un corso di formazione per conseguire il livello C1.

I corsi in questione sono realizzati da strutture universitarie, in possesso dei requisiti stabiliti individuate attraverso appositi bandi emanati dall’INDIRE. Gli USR concorrono alla realizzazione di tali corsi mediante apposite convenzioni con le strutture universitarie in possesso dei suddetti requisiti.

IN ARRIVO LA REVISIONE
Nei giorni scorsi si è tenuta in videoconferenza l’informativa del Ministero sul decreto di revisione del D.D. 8/2012 relativo ai corsi di perfezionamento per la metodologia CLIL per i docenti in servizio.

La principale novità della revisione è l’estensione della possibilità di partecipare ai docenti della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado dal momento che l’attuale normativa riserva tale tipologia di corsi ai soli insegnanti della scuola secondaria di II grado.

Si tratterà quindi di corsi di 20 CFU che saranno riservati ai docenti in servizio (in qualsiasi grado\ordine di scuola). Gli Uffici scolastici, sulla base delle richieste di partecipazione dei candidati, individueranno gli insegnanti che potranno parteciparvi.

Potranno accedervi tutti coloro che siano in possesso di una certificazione linguistica di livello almeno B2 nella lingua scelta.

Per i docenti individuati, la frequenza del corso sarà obbligatoria, con una percentuale di assenze massima del 20%. Tutte le attività formative saranno valutate in trentesimi ed è previsto un colloquio finale nel quale il candidato esporrà un progetto attraverso l’uso di risorse e strumenti digitali.

A conclusione della prova orale:

  • gli insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria riceveranno l’attestato CLIL.
  • per i docenti della scuola secondaria, se il docente è in possesso di certificazione C1, riceverà direttamente l’attestato CLIL. Se invece il docente non è in possesso di certificazione di livello B2 (ma non C1) la commissione assegnerà un’attestazione di fine corso ma per essere completamente valido il candidato si dovrà conseguire la certificazione linguistica di livello C1.

In questo articolo