Utilizzazione su posto di sostegno del docente titolare su posto comune: come si compila la domanda?

187

OPEN DAY 21 Giugno - Rettangolo SocialL’utilizzazione è uno dei due movimenti annuali che ha prevalentemente la finalità di consentire al personale in esubero o senza sede oppure al personale trasferito in una sede disagiata in quanto perdente posto, di poter prestare servizio per un anno in una scuola più comoda richiesta dallo stesso lavoratore.

 

DOCENTI TITOLARI SU POSTO COMUNE CHE CHIEDONO L’UTILIZZAZIONE SU POSTO DI SOSTEGNO
Una delle casistiche più comuni per l’utilizzazione è quella del docente, titolare su posto comune, che chiede l’utilizzazione su posto di sostegno o per posti ad indirizzo didattico differenziato.

Infatti, i docenti titolari su insegnamento curriculare in possesso del titolo di specializzazione di sostegno o ad indirizzo didattico differenziato possono chiedere di essere utilizzati rispettivamente su sostegno o su scuole ad indirizzo didattico differenziato, nell’ambito dello stesso grado di istruzione.

Tale operazione può essere richiesta solo nell’ambito della stessa provincia di titolarità. Infatti, ai sensi dell’art. 2 comma 5 del CCNI le operazioni di utilizzazione si realizzano in generale solamente a livello provinciale. Sono consentite operazioni di utilizzazione a domanda per provincia diversa da quella di titolarità esclusivamente ove permanga la situazione di esubero nel posto o nella classe di concorso della provincia di appartenenza.

 

Pertanto, l’utilizzazione interprovinciale su posto di sostegno (per i docenti titolari su posto comune) può essere richiesta solo dai docenti specializzati (o che stiano ancora frequentando l’apposito corso di formazione) appartenenti a diverso ruolo o classi di concorso provenienti da altra provincia in cui ci sia situazione di esubero.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE
La presentazione delle domande avverrà on line per i docenti mentre per il personale ATA, il personale educativo e gli insegnanti di religione cattolica dovrà avvenire mediante il modello cartaceo.

ISTANZE ON LINE
Le funzioni sono disponibili sul sito https://www.istruzione.it/polis/Istanzeonline.htm. Dopo aver inserito Username e Password nella sezione “Accedi ai servizi” , viene prospettata l’Home page di “Istanze online”, dove è presente la voce “Presentazione domande di mobilità in Organico di Fatto – Personale docente”.

DOMANDA DI UTILIZZAZIONE PROVINCIALE – SEZIONE C
Nella sezione C occorre spuntare l’opzione n. 5 corrispondente a “Il docente di cui all’art. 2, comma 1 lettera f) del C.C.N.I” in quanto tale punto fa proprio riferimento al caso dei docenti titolari su insegnamento curriculare in possesso del titolo di specializzazione di sostegno o ad indirizzo didattico differenziato che possono chiedere di essere utilizzati rispettivamente su sostegno o su scuole ad indirizzo didattico differenziato, nell’ambito dello stesso grado di istruzione.

 

Va sottolineato che tale opzione non era presente nelle domande degli anni precedenti per cui, i docenti che chiedevano utilizzazione su posto di sostegno, dovevano precedentemente spuntare l’attuale opzione residuale n. 7 (precedentemente identificata dal n. 6) “Il docente è appartenente a classe di concorso o posto in esubero nella provincia o per uno degli altri casi previsti dall’ art. 2 e non compresi nelle caselle precedenti“.

SEZIONE H
Nella sezione H il docente deve poi indicare la tipologia di posto di sostegno per la quale chiede l’utilizzazione (Vista, Udito, Psicofisici), potendo anche chiedere tutte le tre tipologie.

La possibilità di richiedere tali tipologie di posti dipende dalla tipologia del titolo di specializzazione posseduto che può essere polivalente o monovalente (cioè valido per una sola tipologia di disabilità).

 

Va ricordato che gli attuali titoli di specializzazione (conseguiti ai sensi del D.M. 249/2010) ma anche molti dei titoli preesistenti sono polivalenti nel senso che consentono di insegnare su tutte le tipologie di posto.

In passato erano però presenti anche titoli monovalenti cioè specifici per una particolare tipologia di disabilità.

ORDINE DELLE OPERAZIONI
Le operazioni di utilizzazione precedono su quelle di assegnazione provvisoria (si veda l’allegato 1 al CCNI per i docenti, e l’allegato 6 per gli ATA). Le operazioni nell’ambito della provincia precedono quelle da fuori provincia. Per i docenti, le operazioni sui posti di sostegno precedono quelle sui posti comuni. Nell’ordine delle sequenze e per ciascuna di queste tipologie, si applicano le varie precedenze spettanti per legge (art. 8 e 18 del CCNI).

VEDI IL CCNI UTILIZZAZIONI ED ASSEGNAZIONI PROVVISORIE

In questo articolo