fbpx

Assegnazione Provvisoria: nessun vincolo per i neoimmessi in ruolo 2022/23. Iniziate le trattative per il rinnovo del CCNI. La situazione.

397

Si è aperta ieri la trattativa per il rinnovo per nuovo CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie. scienze della mediazione linguistica corso di laurea L12 borse di studio bando test ammissione Columbus academy

 

Premessa: le regole e i criteri delle assegnazioni provvisorie e delle utilizzazioni sono regolate da un contratto oggetto di negoziazione fra Ministero e Sindacati avente validità triennale.

Il precedente contratto relativo agli anni scolastici 2019/20, 2020/21 e 2021/22 è già scaduto. Lo scorso anno con l’intesa sottoscritta il 16 giugno 2022 sono state prorogate le disposizioni anche per il 2022/2023.

Cosa prevede la bozza: Durante l’incontro l’amministrazione ha illustrato la bozza del nuovo contratto che repecisce le disposizioni attualmente vigenti.

 

In particolare:

  • Non sono previsti vincoli per i neoimmessi in ruolo 2022/2023. Infatti, tali docenti hanno potuto partecipare anche alle operazioni di mobilità per l’anno scolastico 2023/2024 e potranno presentare domanda di assegnazione provvisoria (sia provinciale che interprovinciale).
  • Vengono previsti vincoli introdotti dalla legge vigenti a partire dalle immissioni in ruolo 2023/2024. Pertanto, se la bozza venisse confermata, i neoimmessi in ruolo 2023/2024 sarebbero soggetti, per le operazioni 2023/2024 a vincoli previsti.
  • La bozza non consente nemmeno ai docenti assunti nell’a.s. 2022/2023 a tempo determinato da GPS I fascia e da concorso straordinario bis di presentare domanda per l’a.s. 2023/24. Questo in quanto si tratta di docenti con contratto ancora a tempo determinato (non ufficialmente immessi in ruolo).

Su quest’ultimo punto i sindacati hanno chiesto di consentire la possibilità di presentare domanda in modalità cartacea. Ciò in considerazione del fatto che tali docenti, una volta superato il periodo di prova, hanno la certezza di essere assunti a tempo indeterminato a partire dal 1° settembre 2023, data coincidente con la decorrenza delle operazioni di assegnazione provvisoria. Si ricordi inoltre che esiste il precedente dei docenti assunti dalle GMRE 2018 (c.d. ex FIT) nel 2019 con una apposita sequenza. In quell’occasione fu consentita tale possibilità nonostante si trattasse di docenti ancora con contratto a tempo determinato.

Sui vincoli le organizzazioni sindacali hanno manifestato la loro contrarietà e hanno chiesto  di poter procedere alla stesura di un contratto annuale limitato alla gestione delle operazioni per il prossimo anno scolastico 2023/2024, rinviando ad altra intesa la questione dei due anni successivi, al momento soggette a norme che impongono vincoli. Ciò anche in considerazione di eventuali interventi normativi che potrebbero arrivare nel corso della conversione del Decreto PA e della trattativa con l’ARAN per il rinnovo del CCNL.60 corsi di laurea - progetta il tuo futuro - laureati con noi -giurisprudenza economia lettere mediazione linguistica psicologia ingegneria

 

Secondo quanto si apprende l’Amministrazione non sarebbe molto propensa a sottoscrivere un nuovo contratto limitato alle sole operazioni 2023/2024 (considerato che i contratti integrativi hanno di norma una durata triennale), ma ha prospettato la possibilità di un’ulteriore proroga anche per il 2023/2024 del precedente CCNI. 

Le parti si aggiorneranno nuovamente la prossima settimana.

In questo articolo