fbpx

DPCM 60 CFU. Il punto della situazione

273

di Avv. Giuseppe Lizzio

Master per il completamento delle classi di concorso
Master per il completamento delle classi di concorso

Come noto, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 25 settembre, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 agosto 2023, intitolato “Definizione del percorso universitario e accademico di formazione iniziale dei docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, ai fini del rispetto degli obiettivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza”.
Il decreto ha delineato l’iter universitario ed accademico di formazione introduttiva e di abilitazione per i docenti di posto comune delle scuole secondarie e per il personale tecnico pratico. Esso inoltre ha stabilito i contenuti dell’offerta formativa, i costi e le modalità dell’esame finale al fine di conseguire l’abilitazione per le rispettive categorie di concorso.
A norma del DPCM di cui sopra, è stati altresì definiti i corsi che consentiranno la partecipazione ai Concorsi Ordinati e che saranno cosi articolati:
60 Crediti Formativi Universitari (CFU) per laureati e laureandi con almeno 180 crediti, con la previsione di quote di riserva per chi ha prestato 3 anni di servizio negli ultimi 5 (scuola statale, paritaria, IFP).
30 CFU destinati ai docenti con 3 anni di servizio negli ultimi 5 (scuole statali o paritarie) ed ai docenti che hanno sostenuto la prova del concorso “straordinario bis”.
36 CFU destinati ai docenti abilitati o specializzati sul sostegno (anche docenti di ruolo)

Ai fini dell’iscrizione in I fascia GPS, sono stati previsti i corsi cosi come di seguito definiti:
36 CFU/CFA fino al 31/12/2024 per gli aspiranti docenti già in possesso dei 24 CFU/CFA purché conseguiti entro il 31/10/2022 (partecipazione al concorso della fase transitoria entro il 31/12/2024) ed una volta vinto il concorso essi accederanno direttamente ai percorsi da 36 CFU/CFA per acquisire l’abilitazione.
Da 30 CFU/CFA post concorso –transitori fino al 31/12/2024 per gli aspiranti docenti in possesso dei primi 30 CFU/CFA del nuovo percorso di abilitazione (partecipazione al secondo concorso della fase transitoria entro il 31/12/2024. Solo una volta vinto il concorso essi potranno acquisire i restanti 30 CFU/CFA. Tali corsi dovrebbero concludersi entro il 28 febbraio 2024. Possono altresì partecipare al concorso con riserva i candidati iscritti al percorso universitario e accademico che non hanno ancora acquisito i 30 CFU/CFA.
Da 30 CFU/CFA post concorso fase transitoria e a regime – prima del 31/12/2024 e dal 1/1/2025, destinati ai docenti con almeno 3 anni di servizio nei cinque anni precedenti nella scuola statale (ai concorsi sempre senza limite temporale. Solo una volta vinto il concorso tali docenti potranno
acquisire i restanti 30 CFU/CFA.

Università
Università

ENTI ACCREDITATI

Per ciò che concerne l’accreditamento degli enti idonei a fornire i corsi di cui sopra, il DPCM prevede un sistema di accreditamento affidato all’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR), che definisce i percorsi di contenuto, le procedure di monitoraggio sul livello qualitativo della formazione e la valutazione finale degli aspiranti docenti.
Ad oggi, molti sono ancora in fase di accreditamento e pertanto non si è ancora in grado di fornire una mappatura esaustiva di tutti gli enti che erogheranno tali corsi. Per ciò che concerne i costi, invece, il

COSTI

Abilitazione Insegnamento 30-36-60 CFU
Scopri tutto sui nuovi percorsi abilitanti all\'insegnamento!

DPCM disciplina i costi massimi che potranno essere richiesti e che sono pari a 2.500 euro per i corsi da 60 CFU/CFA e di 2.000 euro per i corsi da 30 CFU/CFA.

COSA ACCADRA’
La pubblicazione del DPCM è sicuramente un punto di fondamentale importanza nel percorso di un aspirante docente, ma restiamo ancora in attesa dei decreti attuativi e di conoscere definitivamente le modalità e gli enti che potranno erogare tali servizi.

In questo articolo