Riforme: DDL Gelmini del 1 agosto 2008. Nasce il precariato a vita

1154

04 agosto 2008 – ANIEF Stop alle assunzioni per i prossimi tre anni. Protesta in Parlamento. Da orizzontescuolaDopo i 100.000 tagli per i docenti previsti dal Ministro Tremonti nel DL 112/08 per il prossimo triennio 2008-2011, che renderanno non soltanto impossibili nuove immissioni in ruolo ma metteranno a rischio i neoimmessi in ruolo, e i docenti in ruolo da anni per quelle classi concorsuali che saranno assorbite o abolite (oggi, vi sono 27.000 posti vacanti e 19.000 nuovi pensionati), il Ministro Gelmini condanna a vita i precari, presentando e approvando nel Consiglio dei Ministri del 1 agosto 2008 l’articolo 5 del Disegno di legge recante “Disposizioni in materia di istruzione, università e ricerca”.

Premesso che le ultime, disattese , due leggi finanziarie hanno approvato norme atte a immettere in ruolo 150.000 docenti nel triennio 2007-2010 e a stabilizzare rapporti di lavoro continuativi per più di un triennio, non si comprende la ragione per cui i posti disponibili per un biennio non possano essere assegnanti al rolo invece che essere affidati a supplenza.

L’unica norma apprezzabile del DDL Gelmini è l’articolo 7 riguardante il Valore abilitante della Laurea in Scienze della Formazione Primaria, auspicato da Noi, e sostenuto con forza dall’On. V. Aprea (Pres. VII Commissione della Camera) dopo l’abolizione dell’art. 5 della L. 53/2003 che aveva messo a rischio l’abilitazione dei laureati nella Facoltà di SFP. Rimane, però, la loro esclusione e quella dei colleghi del IX ciclo, Cobaslid, Strumento Musicale, AFAM, dalle graduatorie ad esaurimento dopo due ordini del giorno (Di Stefano, Russo) impegnativi per il Governo, approvati in sede di discussione del DL 93/2008, e le interrogazioni presentate alla Camera dal PD e dall’On. Fucci.

Invocare la continuità didattica per trasformare le supplenze da momento straordinario nella carriera lavorativa dei docenti, a momento caratterizzante della loro professione, significa arrendersi all’evidenza di tenersi buoni i 60.000 colleghi che avranno una supplenza annuale nel biennio 2009-2011 e condannare tutti i 300.000 a rimanere precari a vita. E non parliamo dei 15.000 specializzandi del IX ciclo che, se verranno inseriti in graduatoria, non avranno mai una supplenza.

Se veramente, il Ministro Gelmini tiene alla continuità didattica ne parli con il Ministro Tremonti, aumenti di 1 punto percentuale il PIL dedicato alla Scuola invece che il rapporto alunni/docenti, trasformi le cattedre dal 30 giugno al 31 agosto o all’8 settembre, immetta in ruolo altri 100.000 docenti rinunciando ai tagli, e inserisca gli specializzandi nelle graduatorie.

Noi non ci rassegniamo a questa logica delle selezione innaturale dei docenti precari, e tanto mai a ipotesi di reclutamento che si piegano a logiche clienterali che mortificano, a loro volta, la professione docente, lasciandola in balìa delle raccomandazione delle RSU e dei Presidi.

D’altronde, dopo diverse interviste, sempre improntate a propositi di dialogo e di apertura al mondo professionale e sindacale della Scuola, il Ministro Gelmini de imperio , senza convocare o ascoltare nessuno, continua a decidere il destino della Scuola, precarizzandola per poterla smantellare sistematicamente. E non si sa consigliata da chi…

Abbiamo denunciato da soli in audizione in Parlamento i tagli del DL 112/08 e il mancato inserimento degli specializzandi del IX ciclo, abbiamo impugnato nei tribunali le norme che impediscono la mobilità territoriale dei docenti precari (cambio di provincia), l’assegnazione delle ore di sostegno in deroga ai contingenti previsti (sostegno), l’assunzione su tutti i posti vacanti (immissione in ruolo 2008).

Siamo pronti a contrastare l’ennesimo provvedimento contro la Scuola; il Parlamento deve riappropriarsi delle sue prerogative e la società tutta.

Anche per questo il 2 ottobre 2008 manifesteremo a Roma, perché il destino degli specializzandi non può essere legato alla prima sortita di ferragosto ma deve essere oggetto di un processo complessivo che rivaluti la professione docente e la dignità dei suoi formatori.

Per approfondimenti

MANIFESTAZIONE 2 OTTOBRE 2008

http://www.anief.org/ANIEF_manifestazione_SSIS_e_precariato_e_ix_ciclo_2_ottobre_a_roma_.doc

TAR LAZIO ricorso agosto 2008 per 50.000 immissioni senza penalizzazione per lettere e ed. tec.

http://www.orizzontescuola.it/orizzonte/article19847.html

TAR LAZIO 6 novembre 2008 si discute il cambio di provincia

http://www.anief.org/Comunicato_avvocati_Miceli_e_Ganci_su_fissazione_udienza_pubblica_per_ricorsi_cambio_provincia_e_spostam_punt__serv_.doc

TAR LAZIO 14 luglio 2008 si attende la sentenza sulla deroga per le ore di sostegno

http://www.anief.org/Comunicato_degli_avvocati_Walter_Miceli_e_Fabio_Ganci_sul_ricorso_contro_i_tagli_sul_sostegno_.doc

ODG Camera IX ciclo

http://www.anief.org/ANIEF_Nuovo_odg_alla_camera_sul_ix_ciclo.doc

ODG Senato IX ciclo

http://www.anief.org/ANIEF_Odg_Senato_pro_ix_ciclo.doc

Interrogazioni Camera IX ciclo

http://www.anief.org/Interrogazioni_IX_ciclo__VII_Camera.doc

 

In questo articolo