Sindacato/ Cgil a Sacconi: su fisco e contratti posizione unitaria

1233

“Ci sentiamo più solidi e forti, vedremo scelte Governo”

Roma, 22 ago. (Apcom) – La Cgil non è affatto isolata. Sulle questioni importanti, fisco e riforma dei contratti in primo luogo, c’è una posizione unitaria delle tre confederazioni. Lo dice il segretario confederale Nicoletta Rocchi nel commentare le parole del ministro del Welfare, Maurizio Sacconi.

“Partendo dal giudizio sulla manovra economica del Governo, Epifani ha detto che prenderemo delle iniziative insieme con Cisl e Uil – spiega Rocchi – poi si vedrà. Vediamo cosa succede ai primi di settembre, quando riprenderà la discussione con Confindustria sulla riforma dei contratti. Questo tema – sottolinea la sindacalista della Cgil – s’intreccia naturalmente con le scelte del Governo. Non c’è dubbio che la leva fiscale sia un pezzo fondamentale in questa fase per un recupero del potere d’acquisto delle retribuzioni e delle pensioni”.

Rocchi aggiunge: “Su questo mi pare ci sia una posizione comune del sindacato. Il sindacato non può che rappresentare un nucleo di interessi comuni. Noi ci sentiamo molto più solidi e forti. Il sindacato tanto più riesce a ragionare in termini unitari, tanto più è forte negli interessi che rappresenta”.

 

In questo articolo